NEWS

FERRARI E STRETTOIO RESTANO IN SERIE A

In copertina la gioia dei giocatori dello Strettoio a fine partita (Foto presa dalla pagina Facebook dei montaionesi)

PLAY-OUT SALVEZZA

FERRARI ALLARMI – CASTELNUOVO 2-0 (Ferradini, Balsotti)

A distanza di quattro giorni dal match di andata, chiuso con la vittoria di misura del Ferrari Allarmi Limite, biancocelesti e Castelnuovo tornano ad incrociare i tacchetti per il secondo ed ultimo round verso la permanenza nella massima categoria. Stavolta il palcoscenico e quello più prestigioso, il sintetico monteborino. In una serata umida e di fronte ad un folto pubblico, si contano circa 80/90 persone in tribuna, il match si mostra alquanto maschio ma poco spettacolare.

Mister Massimiliano Berti, coadiuvato dal suo vice Piovanelli, opera un solo cambio rispetto al match di domenica mattina: dentro Zompi al centro della difesa al fianco di Giacomelli, al posto di “Ciccio” Chiorazzo. Per il resto Picchiotti resta l’unico riferimento offensivo con Ferradini largo a destra e Menichetti dalla parte opposta, mentre nella zona nevralgica del campo agiscono Caroccia, Balsotti e Lazazzera. Un 4-5-1 compatto e dinamico. In casa Castelnuovo, invece, mister “Wolly” Gambassi, in tribuna per squalifica, non può contare su Capitani (espulso nel finale della gara di andata) e schiera al suo posto “Ibra” Rinaldi. In mezzo al campo, invece, al fianco del confermato capitan Damiano Innocenti, stavolta giostrano Borghi e Zouhir Boumarouan al posto di Iuppa e Di Donna mentre Viani prende il posto di Tomasulo al centro della difesa, accanto a Caparrini.

Fin dalle prime battute, complice anche la posta in palio, si intuisce che non sarà una partita spettacolare. Le due squadre, infatti, mettono grande intensità ma senza riuscire a creare occasioni da rete. Numerosi i duelli in tutte le zone del campo con interventi anche maschi, ma con la partita che rimane comunque corretta. Il primo tentativo, se così lo si può chiamare, è di parte valdelsana con De Iannuaris che prova a sorprendere Cecchi da centrocampo: il pallonetto a lunga gittata del numero dieci in maglia bianca con striscia rossa a tagliare trasversalmente il petto, non centra però lo specchio della porta. I biancocelesti, questa sera in completo amaranto di mister Berti tengono bene il campo, soffrendo solo un po’ sulla corsia destra e nel finale di primo tempo mettono una seria ipoteca sulla salvezza. Al termine di una caparbia azione d’attacco, infatti, Ferradini trova dal centro dell’area di rigore il diagonale rasoterra giusto per infilare l’angolino alla destra del futuro portiere della Nazionale Desideri e mandare in visibilio gli Ultras limitesi.

Nella ripresa mister “Wolly” Gambassi si gioca subito la carta Di Donna e il neo entrato sembra dare un po’ di brio alla manovra del Castelnuovo, apparsa alquanto farraginosa nella prima frazione. Il più pericolo per i biancorossi resta però De Iannuaris: all’11’, infatti, è lui a colpire l’incrocio dei pali alla sinistra di Cecchi con una conclusione dal limite dell’area, deviata da un difensore avversario. Un minuto dopo, però, ecco la seconda svolta decisivo dell’incontro: Zouhir Boumarouan entra duro a centrocampo su un avversario e successivamente rivolge un gestaccio al pubblico, che lo stava ‘beccando’; l’arbitro gli mostra in rapida successione due volte il cartellino giallo e successivamente quello rosso. Dopo l’uscita in lacrime del centrocampista marocchino, quindi, il Castelnuovo oltre ad essere sotto di un gol resta anche sotto di un uomo. L’impresa diventa quindi enorme per il team di capitan Innocenti, che subito dopo è per altro costretto ad uscire (al suo posto entra Iuppa) a causa di un atteggiamento un po’ troppo “aggressivo” da parte del direttore di gara nei suoi confronti visto che il mediano biancorosso stava solo cercando di far capire all’arbitro di far riprendere quanto prima il gioco.

A chiudere il conto, quindi, per il Ferrari Allarmi ci pensa Balsotti al 22′ con un pregevole pallonetto sull’uscita di Desideri da posizione leggermente defilata. A questo punto la partita non ha più niente da chiedere e sul taccuino dobbiamo annotare soltanto le varie sostituzioni da una parte e dall’altra e la seconda espulsione per il Castelnuovo di Iuppa, reo secondo il direttore di gara di un intervento troppo duro in mezzo al campo. Al triplice fischio finale si apre quindi la festa del Ferrari, che al primo anno nella massima categoria si è guadagnato una splendida salvezza, con tutti i giocatori che vanno a raccogliere il meritato tributo sotto ai propri Ultras. Adesso le due squadra si ritroveranno di fronte anche nella Coppa del Circondario col Ferrari che esordirà domenica mattina al “Pirro Stadium” di Vinci contro la Spicchiese mentre il Castelnuovo se la vedrà con il Casenuove Gambassi sempre dopo domani.

SOVIGLIANA ’99 – STRETTOIO PUB 1-1 (Ferrucci / Yoghi) / 0-2 d.c.r.

I riflettori del “Graziani” di Montelupo si accendono sul play-out di ritorno tra Sovigliana ’99 e Strettoio Pub, che ripartono dall’1-1 dell’andata. Tribuna gremita in ogni ordine di posto con la tifoseria montaionese che si fa sentire con tanti di fumogeni e cori per i propri begnamini.

Per quanto riguarda il campo, invece, mister Alessandro “Drive” Guidi propone praticamente la stessa formazione di quattro giorni fa: gli unici cambio riguardano “Petto” Baldini che si accomoda in panchina con Martini al suo posto e quello forzato di Senesi, squalificato, che viene sostituito tra i pali da Parentini. Per il resto, quindi, confermato il pacchetto arretrato con Di Petro e Corsinovi sulle corsie laterali e “Yoghi” Latino-Oliva a comporre la coppia centrale. Anche in mezzo al campo giostrano sempre Ciulli e Tognarelli con Filippo Rossi e Baldi sulle fasce, mentre davanti viene concessa nuovamente fiducia al promettente Perillo.

Anche il “Partenopeo” Roberto Turchetti è costretto a rinunciare ad uno squalificato, Aziwo, che sostituisce con Ferruccia. Oltre a questo, però, sono altri due i cambi rispetto allo schieramento dell’andata: in difesa stavolta parte dalla panchina Falou, con Ferraresi che viene abbassato nel ruolo di terzino sinistro, mentre in mezzo al campo capitan Piccinelli viene avanzato al posto di Tedesco in modo da inserire Moranti al centro della difesa al fianco di Fiaschetti e Carmignani davanti, a completare il tridente con Ferrucci e Younes.

I tifosi dello Strettoio al “Graziani” di Montelupo (Foto presa dalla pagina Facebook dei montaionesi)

parte meglio proprio il Sovigliana ’99, che come all’andata dimostra di avere una maggior qualità di palleggio. I biancoverdi, tuttavia, riescono a passare in vantaggio soltanto in chiusura di frazione proprio con Ferrucci. Dopo l’intervallo, però,lo Strettoio torna in campo con un altro piglio, dimostrando tutto il proprio carattere. Sfruttando una situazione da palla inattiva, poi, i montaionesi raggiungono il pari con capitan “Yoghi” Latino, che svetta più in alto di tutti e mette alle spalle di Chiappara.

A questo punto l’incontro prosegue sui binari dell’equilibrio ma senza ulteriori sussulti fino al triplice fischio finale che sancisce un pareggio tutto sommato giusto, visto che le squadre si sono spartite anche i tempi di gioco: meglio il Sovigliana nel primo, in crescita lo Strettoio nel secondo. Si va quindi ai calci di rigore, dove il portiere montaione Parentini diventa protagonista assoluto. Dopo aver respinto il primo tentativo dagli undici metri di Piccinelli, infatti, si ripete anche sulle successive conclusioni dal dischetto di Younes (che invece aveva realizzato a Senesi quello del pari al “Lelli Hole” di Gargozzi) e Vigni. Le contemporanee realizzazioni di Filippo Rossi e “Yoghi” Latino permettono quindi allo Strettoio Pub di mettersi in posizione di vantaggio. L’errore di Rosi non compromette la salvezza degli uomini di mister “Drive” Guidi perché i soviglianesi falliscono anche il quarto tentativo con Fiaschetti, che centra in pieno la traversa.

Lo Strettoio resta quindi nel massimo campionato, mentre il Sovigliana ’99 torna in serie B dopo una sola stagione. Adesso le due formazioni si ritroveranno di fronte anche nel girone eliminatorio della Coppa del Circondario, dove esordiranno entrambe lunedì sera: il Sovigliana ’99 a Petroio contro il Corniola Ct e lo Strettoio Pub alla “Donati Arena” di Montaione contro l’Unione Valdelsa.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: