PLAY OFF FINALE 2017/2018
“PAGNANA 7 Aprile 2018
ORE 15,00

0

2

15′ Dumitru, 83′ Lazzeretti

SOVIGLIANA ’99
CDP LIMITE
CHIAPPARA 1 1 URTI
SERENI 2 2 GIOVANNUZZI
FIASCHETTI 3 3 STIVE’
TEDESCO 4 4 FAVAZZO
PAROLI 5 17 CAMPINOTI (Cap.)
BECHINI 6 6 LAZZARRINI
EL HASSANI Y. 7 15 DELLI
PICCINELLI (Cap.) 8 8 FONTANI
 CIONI 14 19 LARINI E. ⇓ 58′
DJEPAXHJIA 10 10 PUCCIARELLI ⇓ 63′
CARMIGNANI 11 21  DUMITRU ⇓ 80′
A DISPOSIZIONE
 GENNAI 12 12
 FERRUCCI MAS. 13 13 PUCCI M.
CAPPELLI 9 5 ARZILLI
 EL HASSANI M. 15 7  LARINI L. ⇑ 58′
MADDALONI 16 16  PUCCI V. ⇑ 63′
17 9 GELLI 
18 18 INGRASSIA
19 11 LAZZERETTI ⇑ 80′ 
20 20
 Roberto Turchetti
ALL. ALL. Francesco Guazzini

 

A 77 ore di distanza dal primo round, concluso in perfetta parità, Sovigliana ’99 e Cdp Limite si ritrovano di fronte per giocarsi, negli ultimi 80′ utili, il pass per i quarti di finale dove attende il Gavena. Da Monteboro si passa al “Buccia Stadium” di Pagnana, ripartendo dall’1-1 di martedì scorso in cui un rigore dell’ex Ergi aveva pareggiato l’iniziale vantaggio giallorosso ad opera di Ingrassia.

Un solo cambio viene apportato alla formazione titolare da parte di mister Roberto “Il Partenopeo” Turchetti, che lascia in panchina il trequartista Cappelli per inserire Sereni in mezzo al campo. Preferendo quindi la sostanza alla fantasia. Davanti a Chiappara, sceso in campo anche lui nel roboante 7-0 della Nazionale a Pisa nella semifinale regionale di giovedì scorso, si schierano come sempre “Maicon” Cioni a destra, Fiaschetti a sinistra e la collaudata coppia centrale Bechini-Piccinelli. Sulla linea mediana, quindi, agiscono Paroli come pernio centrale con Sereni e Tedesco come mezzali mentre Younes a destra, Ergi centrale e Carmignani a sinistra compongono il tridente offensivo.

Tre, invece, i cambi operati dal “Ragno” Guazzini che rispetto al match di andata recupera Dumitru, schierato sulla trequarti al posto di LaroLoreLarini, ma perde Cecchi oltre al sempre infortunato Casalini. In difesa, quindi, al fianco di “Facundo” Favazzo viene scelta l’esperienza di Lazzarini con Giovannuzzi e Stivè confermati terzini rispettivamente a destra e a sinistra. Dietro al pacchetto arretrato i pali sono difesi sempre da Urti, mentre i due di centrocampo rimangono Delli e Kabir “Kappa” Campinoti, che oltre a custodire le chiavi del centrocampo, vista la partenza in panchina di Lorenzo Larini, si mette al braccio anche la fascia di capitano. “Puccia” Pucciarelli al posto di Ingrassia è l’altra novità rispetto a martedì sera. Il primo “Uomo Ui” della storia calcia i metri quadrati che compongono la trequarti insieme a Dumitru ed Edoardo “Double L” Larini mentre davanti il punto di riferimento è “The Mask” Fontani.

A differenza di 4 giorni fa, stavolta si assiste a pochissimi minuti di studio iniziale, per non dire punti, dato che la Cdp Limite parte subito a mille. Nei primi venti minuti, infatti, si contano almeno cinque nitide occasioni da rete, fallite dagli attaccanti limitesi a tu per tu con il portiere, da distanza ravvicinata su corner o a pochi passi dalla porta su azione. I protagonisti di queste chances cestinate sono Dumitru, due volte, Pucciarelli ed Edoardo Larini. Insomma, sembra l’inizio di una di quelle giornate stregate per la squadra del “Ragno” Guazzini, se non fosse che una di questa azioni riesce a tramutarle nel gol del vantaggio. Corre, infatti, il 15′ quando su un lancio a scavalcare la difesa, Dumitru parte sul filo del fuorigioco e si invola verso Chiappara, che gli si fa incontro per chiudergli lo specchio della porta. L’attaccante giallorosso, però, è freddo a piazzare la palla là dove il portiere del Sovigliana ’99 non può intervenire.

A questo punto, però, la Cdp Limite toglie il piede dall’acceleratore e smette di giocare dando l’impressione di accontentarsi del vantaggio appena raggiunto. Così, il team di Turchetti guadagna campo e la partita si fa più equilibrata fino alla fine della prima frazione. All’intervallo, comunque, i biancoverdi non sono ancora mai riusciti ad impensierire seriamente Urti. Diverso il discorso in avvio di ripresa, quando Piccinelli e soci tornano in campo con un altro piglio e costringono la Cdp Limite nella propria metà campo.

La pressione è costante per una ventina di minuti e l’occasionissima per pareggiare capita proprio al 60′ all’ex Ergi Djepaxhjia, che si presenta solo davanti a Urti, il quale sceglie però benissimo il tempo dell’uscita e gli toglie il pallone da sotto i piedi. Scampato il pericolo la Cdp Limite si riorganizza e torna a chiudere bene ogni varco fino a chiudere definitivamente anche la partita quando siamo ormai entrati nel recupero. A confezionare il 2-0 sono due dei tre subentrati: su una veloce azione di rimessa, infatti, Lorenzo “Tripla L” Larini, che aveva rilevato il fratello minore, si presenta in area e con l’altruismo del grande leader offre su un piatto d’argento il pallone al giovane Lazzeretti, inserito per Dumitru pochi minuti prima, che non deve fare altro che appoggiare nella porta spalancata.

Poi c’è tempo solo per il triplice fischio finale che manda la Cdp Limite ai quarti di finale di venerdì prossimo a Petroio contro il Gavena ed infrange il sogno solo assaporato dal Sovigliana ’99, che esce comunque a testa altissimo avendo giocato alla pari con una formazione di categoria superiore, solo per quest’anno. I ragazzi di mister Turchetti, comunque, possono essere soddisfatti della grande stagione fatta in Serie B e si possono godere la propria promozione, con un occhio alla Coppa Uisp che li attenderà dal prossimo week-end. Il Sovigliana ’99 è infatti inserito nel girone “O” con Rosselli, Sesa, La Fortuna, Martignana e 4 Mori.