NEWS

NUMERI E CURIOSITA’ SUL GIRONE B

L’ultimo DCPM di ieri sera ha esteso la zona  protetta, per combattere il diffondersi del coronavirus, a tutto il territorio nazionale con conseguente sospensione di tutte le attività sportive fino al prossimo 3 aprile. Il professionismo e la F.I.G.C. hanno già fermato ieri i propri campionati con dei Comunicati Ufficiali e qualche minuto fa lo ha fatto anche il nostro Comitato U.I.S.P. Quindi la forzata inattività, per uscire quanto prima da questa difficile situazione, si estenderà per tutti almeno fino al prossimo 3 aprile.

Noi, quindi, come abbiamo fatto ieri continuiamo il nostro percorso all’interno dei vari gironi del nostro torneo di CALCIO MAGGIORE per tirare un primo bilancio della stagione andata in scena finora con numeri e curiosità sulle varie squadre e i loro top-player. Una maniera per continuare a parlare di calcio in questo momento in cui non possiamo dare libero sfogo alla nostra passione, perché ricordiamolo sono sospesi anche tutti gli allenamenti. Oggi facciamo tappa nel girone “B” di Seria A dove, a differenza dell’altro raggruppamento, la corsa alle Final Five è decisamente più agguerrita mentre sembra ormai più fluida la questione salvezza con Rosselli e Strettoio proiettate verso i play-out mentre il fanalino di coda F.C. Capraia appare in netta difficoltà, essendo l’unica squadra a non aver ancora festeggiato una vittoria.

Il record di risultati utili consecutivi spetta alla Casa Culturale, che dopo 6 vittorie e 5 pareggi ha perso la prima sfida soltanto alla 12a giornata nel remake della finalissima scudetto dello scorso anno sul campo del Real Isola. Primato insidiato dall’altra capolista Lazzeretto, che si è però fermata a 10 partite di fila senza sconfitte con ben 9 successi e un pari tra l’11a e la 21a giornata. Serie positiva interrotta proprio nell’ultimo turno disputato contro Le Cerbaie.

Il Ponzano Ecolstudio 2019-’20 (Foto presa dalla Pagina Fb del club giallonero)

Il Lazzeretto di mister Francesco “Ragno” Guazzini detiene invece il “titolo” di attacco più prolifico del raggruppamento con 35 reti all’attivo, mentre il Ponzano Ecolstudio è la formazione meno perforata con soli 11 gol incassati. Biancorossi cerretesi e gialloneri empolesi che sono anche le due vere cooperative del gol: i primi, infatti, hanno mandato a rete ben 14 giocatori differenti, appena uno in meno per i ragazzi di coach Riccardo Chiti. Chiudendo il quadro relativo alle squadre, la Sesa di Moreno Gaini ha conquistato sia il numero maggiore di pareggi (8) che il minor numero di sconfitte (2) mentre nessuna squadra è imbattuta in casa o in trasferta.

Una fase di Bassa-Ponzano (Foto Pisiu)

Veniamo adesso, invece, alle prestazioni individuali. In un girone in cui ancora nessuno è salito in doppia cifra per quanto riguarda le reti realizzate, la coppia-gol del Bassa 2001 è sicuramente una delle sorprese più piacevoli della stagione. Lorenzo Venturini ha segnato finora 9 centri, mentre il compagno di reparto Francesco Viti ne ha ‘timbrati’ 7. Un bottino di 16 reti, che rappresenta quasi il 70% dei gol complessivi messi a segno dalla formazione biancoverde di mister Daniele Scannerini.

Matteo Testi, del La Serra, festeggiato da un compagno dopo un gol (Foto Pisiu)

Venturini siede attualmente sul trono dei marcatori del girone insieme ad altri due attaccanti che stanno confermando anche quest’anno tutta la loro prolificità. Si tratta di Matteo Testi del La Serra e Mattia “L’Enfant prodige” Scannadinari del Ponzano ecolstudio. Due giocatori che uniscono insieme talento e propensione a giocare per la squadra, doti che ne fanno non solo abili realizzatori ma punti di riferimento importanti per lo sviluppo della manovra offensiva delle proprie squadre.

 

 

Andrea Telloli della Casa Culturale (Foto Demis Ulivelli)

In vetrina, però, non possiamo non mettere anche due giocatori più esperti, entrambi grandi protagonisti della stagione della Casa Culturale. Parliamo dell’attaccante Andrea Telloli e del difensore Enrico Becherini. Il primo ormai abbiamo già imparato ad ammirarlo e anche in questa stagione si è iscritto 8 volte nel tabellino dei marcatori risultando spesso decisivo con le sue reti, come nell’ultima gara disputata, quella di Coppa Toscana a Cascina contro lo Slap ’74. L’altro, di ruolo difensore, è approdato nel CALCIO MAGGIORE quest’anno, ma si sta già imponendo non solo come uno dei migliori difensori del campionato, ma anche come importante alternativa in zona gol. Sono già 5, infatti, i suoi centri stagionali.

 

Tra le grandi sorprese della stagione, però, troviamo sicuramente anche il Fibbiana che è rimasta praticamente finora nelle prime 5 posizioni e, sebbene dopo l’ultimo turno sia scivolata fuori dalla Final Five, è ancora ampiamente in corsa per riconquistarsi un posto nelle top-5. Nella ‘rosa’ allenata da Stefano Frosali e dal suo vice Claudio Terreni ci sono tanti giocatori che si sono messi in luce dall’esperto portiere Dario Frangioni agli ex Lazzeretto Stefano Torrini e Tommaso Mezzanotte passando per il giovane e talentuoso Giulio Tampucci, ma in questo momento forse il giocatore più rappresentativo e Marco Martinuzzi, sia per numero di reti realizzate (7 con 2 rigori) sia per il peso specifico che l’ex Piaggione Villanova ricopre nella manovra biancoverde.

Grande impatto, poi, hanno avuto nell’Olimpo del CALCIO MAGGIORE due ragazzi arrivati direttamente dalla Lega Ama. Si tratta di Lorenzo “Il Pontormese” Valenti e Denio Demiri, che si stanno ritagliando grande spazio nello scacchiere biancoverde di mister Francesco “Ragno” Guazzini. Arrivati rispettivamente da Unione Valdelsa e Marcignana, infatti, i due hanno già realizzato 5 e 4 reti con il Lazzeretto. Valenti è fondamentale sulle palle ferme e nell’alzare il ritmo della circolazione del pallone mentre Demiri diventa imprevedibile nella tre quarti avversaria con le sue accelerazioni e i suoi dribbling ubriacanti. Lazzeretto dove però si sta mettendo in luca anche un veterano come Luca Volpini. Oltre ai 5 gol realizzati, infatti, il centrocampista ex Gavena è un punto fermo della squadra che oltre a dare sostanza e geometrie in mediana ha dimostrato di essere capace, all’occorrenza, di disimpegnarsi ottimamente anche come difensore centrale. Insomma un leader e vero e proprio jolly a disposizione del “Ragno”.

Capriotti e Squarcini con il trofeo di campioni nel 2014 (Foto presa dal profilo Fb del bomber)

Chiudiamo questa panoramica con altri 3 top-player che finora hanno fatto abbondantemente parlare di se. Entriamo nell’orbita Sesa per raccontare di un ritorno su livelli altissimi di Marco “I’Pisano” Capriotti che, partendo spesso anche dalla panchina, è il miglior realizzatore ‘reds’ con 7 centri. Non sarà forse ancora ai livelli dell’anno dello scudetto, quando trascinò letteralmente la squadra al titolo, ma di certo vi ci si avvicina molto visto anche il fatto che nelle ultime stagioni non ha più potuto allenarsi con una certa continuità. Costantemente interplanetario resta invece il rendimento di Filippo “Pippo Nazionale” Squarcini, leader indiscusso della squadra per personalità e qualità tecniche oltre che realizzative. Il capitano di Moreno Gaini ha infatti segnato 5 reti, le stesse dell’esordiente Boris Zambelli. Atterrato nel CALCIO MAGGIORE quest’anno, l’attaccante esterno della Sesa ha impiegato pochissimo tempo a far apprezzare a tutti le sue doti di giocatore a tutto campo. Convocato anche in Nazionale, rappresenta un altro punto di riferimento per i tanti giovani “reds” che di anno in anno stanno crescendo all’ombra della ‘vecchia’ generazione Sesa.

 

Leave a Reply

Portale di calcio amatoriale ideato e realizzato da Giuseppe Carriero, proprietario del dominio CRRGPP65T03A001S Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: