NEWS, SERIE A

PONZANO: POKER SERVITO IN 10 DAL 1′

PONZANO ECOL. – STRETTOIO PUB 4-0 (2 Marconcini, 2 Morelli)

Il commento di Riccardo Chiti (Ponzano Ecolstudio):

Si trattava di un’altra partita in cui contava vincere e i due punti sono arrivati, ma non si era messa per niente bene. Dopo appena un minuto, infatti, siamo rimasti in dieci per l’espulsione di Puccioni, che si è preso con un giocatore di loro. Tuttavia, nonostante l’inferiorità numerica i ragazzi sono stati bravi a fare ugualmente la partita, tanto da costruire subito diverse occasioni fino al vantaggio firmato da Marconcini, che ha trasformato un rigore conquistato da Calamassi. Anche prima dell’intervallo abbiamo avuto alcune chance con Morelli per chiuderla, ma non ci siamo riusciti.

In avvio di ripresa, invece, siamo riusciti a piazzare un micidiale uno-due che ha definitivamente indirizzato la partita. Dopo l’intervallo, infatti, sono rientrati bene in campo ed hanno trovato il raddoppio: Calamassi sfonda a destra e prova il diagonale, ne esce fuori una conclusione che diventa un assist per Morelli il quale non si fa pregare per appoggiare in rete. Poi ci ha pensato Marconcini a calare il tris con uno splendido tiro da fuori area che si è insaccato proprio sotto l’incrocio dei pali. Intorno alla mezz’ora, poi, è arrivato anche il quarto gol ancora con Morelli, bravo ad accentrarsi dalla sinistra e a pescare l’angolino più lontano.

Sono particolarmente contento perché sebbene abbiamo giocato in dieci per tutto l’incontro i ragazzi sono stati sempre padroni del campo, concedendo soltanto un paio di opportunità sul finire delle due frazioni, da altrettante palle inattive. La squadra ora sta bene sia fisicamente che mentalmente e lo ha dimostrati mettendosi lì bella attenta, senza commettere sbavature

Ecco, invece, le parole di Alessandro “Mister Drive” Guidi (Strettoio Pub):

La partita non si poteva mettere meglio di così, visto che loro dopo appena un minuto sono rimasti in dieci uomini, ma nonostante questo hanno sempre fatto la partita. Noi soffriamo molto le squadre tecniche e loro sono stati bravi a far correre il pallone facendoci praticamente fare torello in tutte le zone del campo. Nonostante tutto eravamo riusciti a tenere il primo tempo sull’1-0 con un’occasione anche per il nostro bomber Guideri poco prima dell’intervallo.

Poi, però, nella ripresa abbiamo incassato il secondo e il terzo gol molto ravvicinati tra loro e la partita è sostanzialmente finita lì. Complimenti quindi al Ponzano, che ci è nettamente superiore ma da parte nostra oggi c’è stato un piccolo passo indietro, anche come voglia. In ogni modo, per noi, la partita fondamentale è la prossima contro il Capraia. Proprio per questo ho tenuto anche a riposo qualche giocatore, specialmente chi era diffidato per aver tutto disponibili per la sfida del prossimo week-end, decisiva per poter poi andarci a giocare la salvezza nei play-out.

LAZZERETTO – BASSA 2001 3-0 (Passariello, Pinturicchio, Bozzi)

Partiamo dalle parole di Francesco “Ragno” Guazzini (Lazzeretto):

Rispetto alle ultime uscite non siamo stati brillantissimi, ma d’altra parte dopo l’ultimo intenso periodo di impegni è anche comprensibile. Tuttavia siamo riusciti a prolungare la nostra striscia positiva, con una vittoria che ritengo fondamentale per la corsa alle Final Five. Anche se adesso ci aspetta un bel tour de force con le sfide a Le Cerbaie e Ponzano. Tornando al match con il Bassa, che comunque ha tenuto molto bene il campo, siamo andati abbastanza bene nei primi 25 minuti, costruendo anche almeno un paio di ottime occasioni, mentre nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo abbiamo sofferto qualche loro ripartenza.

Dopo l’intervallo, comunque, i ragazzi sono tornati bene in campo e dopo una decina di minuti abbiamo trovato il vantaggio con Passariello, che dal limite dell’area l’ha messa all’incrocio dei pali. Davvero un bel gol. A quel punto abbiamo continuato a spingere e sempre da un affondo di Passariello abbiamo trovato il raddoppio con “Pinturicchio” Sassaroli che ha insaccato il cross basso del compagno. Nel finale poi assist al bacio di Volpini, che anche oggi si è disimpegnato ottimamente anche in difesa prima di tornare a centrocampo, per Bozzi che a tu per tu con il loro portiere ha chiuso il conto ritrovando il gol che gli mancava da un po’ di tempo.

Come detto abbiamo tenuto un ritmo un po’ più basso del solito, ma d’altra parte non potevo aspettarmi che dopo le tante partite giocate in pochi giorni dell’ultimo periodo, i ragazzi potessero tenere quel livello di intensità per tutto il campionato. Ma questo dimostra anche come la squadra sia cresciuta e maturata nella gestione delle varie situazioni e sappia fare sue anche partite, in cui magari non riusciamo ad andare a mille all’ora.

Di seguito, invece, il parere di Daniele Scannerini (Bassa 2001):

Peccato perché alla fine penso che il passivo sia fin troppo pesante. Alla fine, sebbene si sia giocato prevalentemente nella nostra metà campo, abbiamo tenuto bene il campo per quasi tutto l’incontro. Abbiamo subito, infatti, il primo gol solo a metà ripresa e, per giunto, su un nostro errore in uscita. Poi, il secondo e il terzo gol sono arrivati soltanto negli ultimi minuti quando avevamo anche provato a sbilanciarci un po’ in avanti alla ricerca del pari. Del resto, per la prima volta, ho dovuto fare a meno anche di diversi giocatori tanto che per precauzione mi sono cambiato anche io.

Chi ha giocato era comunque benissimo in grado di farlo, ma purtroppo ho avuto poche alternative in panchina per ovviare ad un po’ di stanchezza che si è fatta sentire nella ripresa, soprattutto nel reparto di centrocampo. In ogni modo questa sconfitta non cambia assolutamente nulla nel nostro cammino da qui fino al termine della stagione. Dovremo infatti continuare ad affrontare ogni partita dando tutto, come se fosse una finale, a partire dalla prossima importante sfida contro il Corazzano.

LE CERBAIE – ROSSELLI 2-0 (Fall, Sprovvisto)

Partiamo con le parole di Rodolfo “Foffo” Polimeni (Le Cerbaie):

Raccogliamo sempre troppo poco per quanto seminiamo, ma in questo momento l’importante è vincere per rimanere attaccati al treno Final Five. Siamo partiti bene giocando ottimamente nei primi venti minuti: il pallone viaggiava velocemente e sfondavamo bene sulle corsie laterali. Tanto che siamo riusciti a passare in vantaggio con Fall, liberato solo davanti al portiere da una buona transizione da sinistra verso destra. Poi, invece, ci siamo adeguati troppo al loro gioco ed abbiamo smesso di giocare secondo quelle che sono le nostre caratteristiche e le nostre intenzioni. Abbiamo comunque fallito il raddoppio con Alimani solo davanti al portiere. Nell’intervallo mi sono fatto sentire perché non mi stava piacendo l’atteggiamento e nella ripresa i ragazzi sono tornati in campo con il giusto piglio.

In corsa ho fatto alcuni cambi sostituendo un esterno per un altro, Di Vilio per Fall e siamo tornati a sfruttare le fasce laterali, ma senza riuscire a trovare questo benedetto secondo gol. Tonioni è riuscito a calciare solo sull’esterno della rete dopo aver saltato anche il portiere, che lo ha però sbilanciato un po’. Poi, ho abbandonato il 3-5-2 di partenza passando ad un 4-3-1-2 in modo che il nostro trequartista schermasse il gioco sul loro mediano basso, che era spesso troppo libero di calciare in profondità. Abbiamo sbagliato altri due gol davanti al portiere e poi, dopo altri due cambi con Sani terzo di sinistra in difesa, ho alzato Boldrini a centrocampo, e Sprovvisto davanti abbiamo raddoppiato proprio allo scadere con Sprovvisto che ha così bagnato il suo esordio con il gol.

Da qui alla fine ci aspettano solo finali, ma dobbiamo fare quel piccolo salto di qualità, a livello mentale, rispetto alle altre squadre di vertice. Dobbiamo infatti riuscire a proporre le nostre idee in campo per tutto l’arco dell’incontro e non avere brusche pause quando ci sembra che la partita si sia messa bene, perché quando non le chiude poi il rischio di perdere punti, per noi vitali, è sempre dietro l’angolo.

Questo, invece, il commento dell’allenatore del Rosselli, Alberto Banti:

In questo momento le nostre forze sono queste. Anche oggi i ragazzi hanno dato il massimo, ma in questo momento abbiamo u8na ‘rosa’ ristrettissima. Rispetto allo scorso week-end ho persi altri quattro giocatori tra influenza e infortuni sul lavoro. Orami da diverso tempo gli unici cambi che ho a disposizione sono dei dirigenti, i quali tal volta sono anche costretti a partire titolare.

Purtroppo questa annata ormai è così, dobbiamo solo cercare di arrivare in fondo al meglio possibile per giocarci poi le partite che contano al massimo di quelle che potranno essere le nostre possibilità.

CASA CULTURALE – CORAZZANO Lunedì 24 alle 21.15 alla “Pam Arena” di San Miniato Basso
FIBBIANA – LA SERRA Lunedì 24 alle 21.15 al “Graziani” di Montelupo
SESA – REAL ISOLA Lunedì 24 alle 21.15 a Santa Maria

 

Leave a Reply

Portale di calcio amatoriale ideato e realizzato da Giuseppe Carriero, proprietario del dominio CRRGPP65T03A001S Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: