NEWS, SERIE A

IL LAZZERETTO SI PRENDE LA VETTA

STRETTOIO PUB – CORAZZANO 0-2 (Billy, RN11)

Le impressioni di Alessandro “Mister Drive” Guidi (Strettoio Pub):

Peccato perché la squadra, nonostante ancora diverse defezioni, stava bene e anche dal punto di vista del gioco aveva fatto diversi passi avanti. Purtroppo, anche stavolta abbiamo pagato una leggerezza in occasione dell’espulsione del nostro portiere Parentini, per aver toccato la palla di mano fuori area, che ci ha costretto a giocare per 70 minuti in dieci.

E pensare che la squadra aveva avuto un ottimo approccio al match, prendendo subito in mano le redini del gioco e costruendo due nitide occasioni da gol nel giro di un paio di minuti con Matteo Baldi. Purtroppo non siamo riusciti a concretizzarle, con la prima che è uscita veramente di un soffio a lato e dopo essere rimasti in inferiorità numerica ho dovuto togliere Maestrini, che stava facendo anche bene, senza per altro grandi scelti sui ruoli da far entrare visto che in panchina avevo quasi tutti attaccanti a causa degli infortuni a cui facevo riferimento prima.

Tuttavia la squadra ha comunque tenuto bene il campo anche con l’uomo in meno e, pur non riuscendo a creare grosse occasione, ha comunque fatto la partita senza praticamente mai rischiare. A dieci minuti dalla fine del primo tempo, invece, sugli sviluppi di un corner abbiamo perso la marcatura di Billy, che è stato bravo a tagliare in area e a portare in vantaggio il Corazzano. I ragazzi, comunque, sono stati bravi a non disunirsi e anche nella ripresa hanno continuato a fare il proprio gioco, ma purtroppo in contropiede abbiamo preso anche il raddoppio che di fatto ha chiuso la gara. Adesso speriamo  in questa sosta di recuperare un po’ di gente per presentarci al meglio alla ripresa del campionato, dove dovremo cercare di fare più punti possibile. Questa era un’ottima occasione per accorciare le distanze, peccato non averla sfruttata.

E adesso il commento del tecnico del Corazzano, Fabio Filomena:

E’. stata una partita strana, in cui noi stavolta non ci s’era. Abbiamo approcciato male la partita e, anche se non abbiamo rischiato molto, non abbiamo avuto la forza di chiudere la partita quando loro sono rimasti in inferiorità numerica. Abbiamo avuto almeno tre nitide occasioni, ma non siamo stati bravi a capitalizzarle e questo è un po’ il nostro problema di quest’anno. Da un punto di vista del gioco, infatti, riusciamo sempre a creare varie occasioni, ma allo stesso tempo facciamo fatica a finalizzarle. Ci tengo, comunque, a fare davvero i complimenti allo Strettoio perché, anche se hanno giocato in dieci per più di un tempo e mezzo, non hanno mai mollato credendoci fino alla fine.

Noi abbiamo sbloccato il risultato al 25′ del primo tempo con un calcio d’angolo ben calciato da Riccardo Nacci, che Billy è riuscito a girare in rete. Poi, verso la metà della ripresa è arrivata un bell’assist di Billy sul taglio dello stesso Riccardo Nucci, che solo davanti al portiere l’ha toccata appena per mettere fuori causa l’uscita del portiere. Per noi vittoria importante che ci fa respirare almeno per questo fine settimana, ma ripeto, faccio un plauso allo Strettoio perché a livello di voglia ci è stato superiore.

LE CERBAIE – LA SERRA 3-1 (Mercuri, D’Auria, Tonioni rig. / Testi M.)

Ecco il commento del mister del Le Cerbaie, Rodolfo “Foffo” Polimeni:

Ci stiamo riprendendo, abbiamo chiuso bene il girone di andata guadagnandoci la possibilità di poterci giocare fin da ultimo le nostre chance di entrare nelle final five. Contro La Serra, comunque, non è stata una partita facile specialmente nei primi venti minuti dove loro sono partiti molto aggressivi, venendo a pressarci alto. La nostra circolazione di palla in quei frangenti è stata un po’ lenta e non riuscivamo a sviluppare la manovra che volevamo. Tuttavia, abbiamo comunque costruito un paio di ottime occasioni per passare in vantaggio e alla fine abbiamo sbloccato il risultato con Mercuri su azione d’angolo. Poi, però, abbiamo commesso un paio di ingenuità concedendo loro una grossissima occasione per pareggiare ma per nostra fortuna l’anno sprecata.

Nella ripresa loro invece sono calati vistosamente dal punto di vista fisico e, venendo meno questa feroce pressione, abbiamo potuto trovare più spazio di manovra affondando spesso sugli esterni. Specialmente dopo il cambio di Sani, per un piccolo affaticamento muscolare, con l’innesto di Boldrini abbiamo cambiato impostazione difensiva ed abbiamo alzato il nostro raggio d’azione. Così, abbiamo trovato il raddoppio con una bella conclusione di Gaetano D’Auria da fuori area e abbiamo sfiorato almeno in altre tre circostanze la rete oltre ad un netto fallo da rigore,  a mio giudizio, che non ci è stato concesso. Loro, poi, su una nostra disattenzione in disimpegno sono riusciti ad accorciare le distanze ma poco dopo, rubando palla sulla loro trequarti con loro in fase di uscito siamo penetrati in area con Tonioni che è stato steso e stavolta l’arbitro ha accordato il rigore. Dal dischetto lo stesso Tonioni ha chiuso il conto.

Adesso ci aspetta un altro bel test contro l’Isola prima della sosta, poi avremo a disposizione un po’ di tempo per lavorare bene sia sulla parte atletica, ma anche su quella tattica e mentale perché non possiamo regalare occasioni come abbiamo fatto in quest’ultima circostanza.

 

Di seguito, invece, le parole dell’allenatore del La Serra, Alessio Del Bravo:

Rispetto a quanto possa raccontare un punteggio di 3-1, c’è stata decisamente partita e dal punto di vista della prestazione sono contento di quanto fatto dai miei ragazzi. In avvio loro sono partiti bene ed hanno avuto subito un paio di occasioni, con il nostro portiere che specialmente nella prima circostanza è stato bravissimo a neutralizzare. Noi, comunque, tenevamo bene il campo e anche dopo lo svantaggio abbiamo reagito bene costruendo almeno quattro occasioni pulite per pareggiare prima dell’intervallo. In almeno due di queste è stato portentoso il loro portiere, mentre in una Iuri Cannizzaro non è riuscito a centrare lo specchio da ottima posizione con il portiere impossibilitato ad intervenire.

Anche nella ripresa, però, loro sono partiti meglio ed hanno trovato il raddoppio con questa bella conclusione di D’Auria da fuori area che ha toccato il palo ed è finita in rete. Anche sul 2-0, comunque, i ragazzi non hanno mollato e con un bel diagonale sul palo lontano di Matteo Testi sono anche riusciti a riaprire la partita. Poi purtroppo, però, nel nostro miglior momento abbiamo sbagliato una palla in uscita dalla difesa e ci siamo fatti infilare, commettendo poi fallo da rigore. A quel punto, sul 3-1, la partita è finita. E’ un momento un po’ così in cui stiamo raccogliendo poco, ma quello che mida fiducia è che la squadra è viva e sta affrontando le partite nella maniera giusta. Dobbiamo continuare su questa strada e sono convinto che torneranno anche i risultati.

ROSSELLI – LAZZERETTO 2-3 (2 Pellegrino / Biserni, Valenti rig., Demiri)

Partiamo con le parole di Alberto Banti (Rosselli):

Sono molto deluso dal risultato, soprattutto per come è maturati, ma ai ragazzi non posso fare altro che battergli le mani perché hanno giocato una grande partita facendo ognuno quello che dovevano fare. Purtroppo, ed è già capitato più di una volta in questa stagione, raccogliamo decisamente poco per quanto mostriamo in campo. Anche in questa occasione, infatti, abbiamo fatto la partita fin dalle prime battute ma non siamo riusciti a segnare. Invece loro, al primo tiro in porta hanno trovato questa parabola dai trenta metri che è valsa il vantaggio.

Prima dell’intervallo, poi, abbiamo subito anche il raddoppio per una nostra ingenuità difensiva in cui abbiamo concesso un rigore, ma anche nella ripresa i ragazzi non si sono persi d’animo ed hanno continuato a spingere. Purtroppo, abbiamo sprecato almeno tre nitide occasioni e su una carambola in aerea abbiamo preso anche il terzo gol. Nel finale, poi, con loro in dieci abbiamo provato a riaprirla con Pellegrino ma non abbiamo avuto il tempo di tentare realmente la rimonta. Il secondo gol, infatti, lo abbiamo segnato proprio nei minuti di recupero. Sono davvero dispiaciuto per i ragazzi perché sono tutti punti lasciati per strada e regalati alle dirette concorrenti.

Ecco, invece, il commento di Francesco “Ragno” Guazzini  (Lazzeretto):

Non potevamo chiedere di meglio dalla fine di questo girone di andata, in cui con quattro vittorie consecutive ci siamo assicurato il primo posto con la Casa Culturale. Per noi era importante girare dentro le prime cinque, ma adesso dobbiamo continuare con questo piglio cercando di migliorare alcune situazioni. Anche stavolta, per esempio, sullo 0-3 e partita chiusa abbiamo regalato un uomo con l’ingenua espulsione di Volpini e dopo il loro 1-3  abbiamo rischiato di riaprire la questione come già successo la volta prima contro lo Strettoio. Anche se, ad onor del vero, non abbiamo mai rischiato seriamente visto che il secondo gol lo abbiamo subito quando il recupero era già scaduto. In ogni modo sono convinto che in parità numerica l’avremmo gestita meglio e sarebbe forse stato più probabile fare noi il quarto che non prendere il primo.

La partita si era messa subito bene perché abbiamo trovato il vantaggio con un eurogol di Biserni, che ha fatto partita una stoccata da fuori area che non ha lasciato scampo al loro portiere. Poi, prima dell’intervallo abbiamo anche raddoppio con un rigore trasformato da Valenti e procurato da un’incursione di Terreni. Nella ripresa abbiamo sprecato due o tre ottime opportunità, ma abbiamo comunque trovato il terzo gol con Demiri. Poi, come dicevo prima, siamo rimasti in inferiorità numerica ma pur con qualche sofferenza di troppo abbiamo comunque portato in fondo il risultato che ci permette di trascorrere un ottimo Natale. Visto il turno di riposo nella prima giornata di ritorno del prossimo week-end, infatti, possiamo già concentrarci sul lavoro che dobbiamo fare durante questa sosta per farci trovare al meglio alla ripresa.

BASSA 2001 – REAL ISOLA 0-1 (Guardini)

Partiamo dall’analisi di Daniele Scannerini (Bassa 2001):

C’è grande rammarico per questa sconfitta, arrivata proprio all’ultimo momento perché per noi sarebbe stato un altro punto prezioso e soprattutto perché la squadra se lo era meritato sul campo. Sebbene dopo pochi minuti abbiamo perso per infortunio Venturini, che ha voluto provare ma era già mezzo e mezzo, e nonostante abbia dovuto adattare un giocatore al suo posto perché non avevo a disposizione punte di ruolo, la squadra ha tenuto benissimo il campo non concedendo niente ad una squadra del calibro dell’Isola.

Anche noi non siamo riusciti a creare tiri pericolosi, i due portieri sono rimasti praticamente inoperosi, ma i ragazzi hanno comunque provato a giocare dimostrando ancora una volta i progressi visti nelle ultime partite. Dispiace per questa ingenuità a fine partita quando, invece di rinviare in tribuna un pallone, l’abbiamo voluto controllare di petto per calciarlo meglio ma ci siamo fatti scippare il pallone da cui poi è arrivato il gol decisivo dell’Isola. Eravamo proprio allo scadere, quindi, una miglior gestione di questa situazione ci avrebbe sicuramente permesso di portare a casa un punto. Ed è quello di cui noi abbiamo bisogno: è chiaro che i complimenti fanno sempre piacere, ma purtroppo visti tutti quelli che abbiamo lasciato per strade noi abbiamo bisogno di punti. Anche perché adesso prima della sosta abbiamo la Casa Culturale, un altro incontro molto difficile, in cui però dovremo cercare di portare qualcosa a casa a tutti i costi.

Di seguito, invece, la replica di Filippo “General” Martini (Real Isola):

Oggi abbiamo ripreso quel punto che avevamo lasciato a La Serra. Se in quell’occasione fummo noi infatti a subire il gol del pareggio proprio allo scadere, stavolta a Gavena contro il Bassa siamo stati noi a segnare all’80’ la rete della vittoria. Al di là di questo, però, siccome quando ce n’ stato bisogno o bacchettato anche pubblicamente i ragazzi, stavolta gli devo fare i miei complimenti perché hanno affrontato la partita con la giusta mentalità. Dopo aver sbagliato qualche atteggiamento di troppo durante la stagione, infatti, adesso la squadra è tornata quella attenta e concentrata, capace di non concedere niente all’avversario.

E pensare che anche questa volta le cose non si erano messe bene visto che, oltre agli assenti che già avevamo, nel riscaldamento si sono fatti male anche Salvadori e Merola. Tuttavia la squadra ha provato a imporre il proprio gioco anche se il terreno di Gavena non permetteva molto di fraseggiare. Non abbiamo avuto molte occasioni, è vero, ma abbiamo tenuto costantemente in mano il pallino del gioco e nel finale su questo cross teso di Lunardi, Guardini è riuscito ad anticipare tutti e a mettere in rete. Per la seconda volta di fila, poi, non abbiamo preso gol e, da dopo la sfida con la Sesa, abbiamo raccolto 7 punti in 8 gare tornando a contatto con le prime posizione, in un girone dalla classifica cortissima onestamente mai visto. Adesso, però, dobbiamo continuare su questa strada anche perché prima della sosta dobbiamo affrontare lo scontro diretto con Le Cerbaie, dove comunque sarà difficile fare peggio dell’andata.

F.C. CAPRAIA – SESA 1-4 (Sodinho / Zambelli, Maccanti, Pippo, Pisano)

Il commento del D.A.U. dell’F.C. Capraia, Massimiliano Simoncini:

Il risultato finale di 4-1 è fin troppo pesante per quanto si è visto in campo. I ragazzi, infatti, oggi hanno affrontato un avversario tosto come la Sesa con l’atteggiamento giusto e la giusta determinazione. Alla fine la differenza di valori è emersa, ma sull’1-2 per esempio abbiamo avuto una grande occasione per pareggiare in contropiede, ma non siamo riusciti a sfruttarla. In occasione dei primi due gol, poi, abbiamo commesso due grossi errori noi mentre il terzo, dopo che a fine primo tempo Sodi aveva accorciato le distanze su punizione, è arrivato con una conclusione dalla distanza di Squarcini. Purtroppo in questo momento ci troviamo anche in difficoltà perché con Camilloni in viaggio di nozze siamo senza portiere.

Se riproporremo questa mentalità anche nelle partite sulla carta più abbordabile, per intenderci dal Fibbiana in giù, penso che possiamo ancora dire la nostra in chiave salvezza. Il problema, finora, è stato proprio quello che con le ‘grandi’ abbiamo sempre giocato ottime partite, mentre contro le nostre dirette concorrenti abbiamo sprecato troppe chance come a Bassa, quando potevamo vincere anche 4-0.

Di seguito il parere di Alessio Malucci (Sesa), in panchina per la contemporanea assenza di Gaini e Ramazzotti:

Siamo partiti con l’atteggiamento giusto, rispettando il Capraia che onestamente per quello che ho visto in questa occasione non merita i soli 2 punti che ha in classifica, e infatti dopo pochi minuti siamo passati in vantaggio grazie a Zambelli. In questa occasione siamo stati bravi a non rilassarci e abbiamo trovato anche il raddoppio con un preciso diagonale di Maccanti. A questo punto, invece, poco prima della fine del primo tempo abbiamo concesso una punizione al limite, da dove loro hanno trovato l’1-2 riaprendo la gara.

Visto anche le ultime partite, in cui spesso siamo andati in vantaggio salvo poi farci raggiungere, negli spogliatoi ci siamo guardati negli occhi ed abbiamo detto che non ci dovevamo far scappare questa vittoria. Tuttavia, in avvio di ripresa sono tornati in campo meglio loro, ma nel nostro momento di maggior difficoltà siamo stati bravi e fortunati a trovare il gol dell’1-3 con una splendida conclusione a scavalcare il portiere dalla distanza di Pippo Squarcini. Il gol, infatti, ha tagliato le gambe al Capraia che nel finale ha comunque colpito anche una traversa con un tiro da fuori area prima che Capriotti, scattato sul filo del fuorigioco, chiudesse definitivamente il conto con il poker. Questo successo è molto importante perché adesso era tanto che non si vince, dalla partita con l’Isola, e perché questo tipo di gare sono paradossalmente quelle più difficili perché non hai niente da guadagnare e tutto da perdere. Dobbiamo però lavorare ancora molto su alcuni cali di tensione e certe pause che abbiamo durante l’incontro.

 

FIBBIANA – PONZANO ECOL. Lunedì 16 alle 21.15 al “Graziani” di Montelupo

Leave a Reply

Portale di calcio amatoriale ideato e realizzato da Giuseppe Carriero, proprietario del dominio CRRGPP65T03A001S Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: