NEWS

ANTICIPI GIRONE A, VINCONO CDP E VITOLINI

 

VITOLINI – GAVENA 2-0 (Parrini, Sordi)

Reduce dalla sconfitta in casa del Casotti, il Vitolini di mister Parrini che cerca e chiede ai suoi un immediato riscatto. Dimenticare il ko e conquistare la posta piena contro l’ex Alano Galliani.
Il Gavena infatti di scena al Mario Proietti, invece vuole mantenere la striscia di positività ripresa sul campo del Piaggione per continuare a mirare all’obiettivo stagionale. Galliani, come al solito accolto con tanto affetto dai suoi ex giocatori e dirigenti.

Si gioca sotto le luci artificiali, i padroni di casa devono fare a meno, tra gli altri, dello squalificato Rossi e dell’infortunato Cavallini, ma non mancano certo le risorse all’altezza per sostituirli.
In casa Gavena invece pesano le assenze di Pignataro e Floro Flores anche se sostituiti degnamente
E’ proprio il Vitolini a fare la partita, i ragazzi di Parrini prendono o cercano di prendere in mano il pallino del gioco. Il Gavena si difende con ordine e contrasta a dovere le folate avversarie. Come al solito Pannocchia mostra i suoi guantoni e il suo voto che supera la sufficienza se lo guadagna abbondantemente. L’estremo difensore é bravissimo quando chiude centralmente la strada al Ciolo che stava per infilarlo a tu per tu.
Anche Montenegro dalla parte opposta si fa apprezzare per un buon intervento a seguito di un malizioso colpo di testa che poteva costare caro al Vitolini.
La prima frazione di gioco si chiude a reti inviolate.

Il risultato si sblocca a metà ripresa. La resistenza del Gavena cede quando un ottimo Parrini chiude una diagonale offensiva presentandosi puntuale nel ricevere un cross dalla parte opposta. Infatti Sordi, da destra pennella un insidioso cross, l’ex Fortuna impatta con il sinistro, che non é neanche il suo piede e il suo tiro risulterà fatale per il pur bravo  Pannocchia. Bel gol.
E da li, dopo qualche manciata di minuti, arriva anche il raddoppio. Questa volta é Sordi a gonfiare la rete biancoceleste.
Finisce con la vittoria del Vitolini che riprende la marcia per rimanere nelle zone nobili della classifica. E con un Gavena che esce a testa alta dal Mario Proietti.

Queste le parole dei due tecnici a fine gara nella sala stampa di Vitolini:

Alano Galliani:

Abbiamo giocato contro una signora squadra. Già alla vigilia sapevo che sarebbe stato un incontro difficile e impegnativo. Loro avevano più risorse a disposizione rispetto a noi, le hanno sfumate bene e più di tanto non potevamo pretendere. Sono soddisfatto perché non abbiamo subito e sofferto nonostante il divario tecnico che ci separa.

Daniele Parrini:

Credo che il risultato sia giusto e meritato. Ma queste gare spesso si rischia anche di perderle. Noi abbiamo creato tanto e la palla non voleva entrare. Bravissimo il loro portiere, davvero di categoria superiore. Ci abbiamo messo più di un’ora per sbloccarla e questo ha reso la nostra prestazione più complicata ma decisamente all’altezza. Loro sono stati bravi a blindare il nostro centrocampo e di conseguenza abbiamo dovuto dirottare sulle corsie esterne per infilarli e così da due circostanze simili sono arrivati i due gol vittoria.

 

 

 

 

MARTIGNANA – CDP LIMITE 0-3 (Fontani, LL, Mati)

Dopo il pareggio con le Botteghe arriva un altro impegno importante per i gialloneri di Martignana. Di fronte la CDP di mister Salvini che é tornata a mani vuote dalla trasferta in casa Ferruzza e forse anche con un po’ di amaro in bocca come ha sottolineato anche a fine gara lo stesso tecnico giallorosso:

Si, dopo la partita di sabato ero ed eravamo amareggiati perché il passivo maturato a La Torre era a nostro avviso bugiardo. In ogni modo abbiamo accettato il verdetto del campo e abbiamo lavorato per presentarci questa sera a Baccaiano con fame di rivincita. Ce l’abbiamo fatta, al cospetto di un’altra squadra, a mio avviso ben disposta in campo. Il Martignana ha le idee chiare e specialmente ad inizio ripresa ci ha messi in difficoltà.

Ma come é andata esattamente negli 80 minuti montespertolesi?

La squadra ospite si é imposta per 3 a 0 trovando il vantaggio nella prima frazione di gioco con una splendida punizione di THE MASK Fontani, tornato al gol dopo decenni di digiuno. Lo ha fatto di venerdì sera, forse il suo giorno più prolifico e comunque lo ha fatto in grande stile. Il suo calcio da fermo, battuto da qualche metro fuori l’area non ha dato alcuna possibilità a Zotta di neutralizzare l’effetto in quanto la sfera calciata dal giocatore giallorosso si é resa imprendibile, infilandosi sotto l’incrocio dei pali.

Nella stessa prima frazione di gioco Eusebio Salvini é costretto ad operare due cambi, Caponi e Puccia Pucciarelli accusano entrambi un risentimento muscolare e quindi lasciano il rettangolo di gioco.
Nella ripresa sono i padroni di casa a dettare gioco, cominciano molto bene i gilalloneri e si procurano anche la ghiotta occasione per riequilibrare le sorti dell’incontro. Morelli viene atterrato in area da Mati. E’ indiscutibilmente penalty. L’attaccante però a seguito del fallo ricevuto é costretto anch’egli a lasciare la partita.
Dagli undici metri invece si incarica di realizzare il rigore Paolini che però trova davanti a se un super Urti che respinge la conclusione e lascia che il risultato non cambi.
Mister Salvini opera altri 2 cambi passando ad una difesa a 5. Il Martignana accusa il colpo del rigore sbagliato e si spenge lentamente.
La CDP riprende quota e chiude la gara grazie alle reti di Edo Larini, bravo a concretizzare una precisa verticalizzazione e quindi a presentarsi ai sedici metri e dopo aver messo a sedere due avversari infila Zotta di precisione.
l tris invece é opera di Mati che si fa perdonare il fallo da rigore e da azione di calcio d’angolo si porta all’interno dell’area piccola per infilare di testa il suo personale sigillo.

Da segnalare la presenza in campo, durante la seconda frazione di gioco, di LLL Lorenzo Larini, chiamato dal tecnico per dare manforte ad un organico non al completo per l’occasione. Ebbene, il fuoriclasse limitese nel tempo in cui é stato impiegato ha messo in mostra classe, fantasia, altruismo, esperienza, forza, dinamicità, temperamento, grinta e tanta gioia per questo sport, andando vicinissimo alla segnatura in due circostanze.

Per la CDP 2 punti importantissimi che riproiettano la compagine giallorossa in una zona più dignitosa di classifica in attesa che si concluda la 6a giornata. Per il Martignana una battuta d’arresto che non va certo a pregiudicare il cammino dei gialloneri che hanno comunque avuto un avvio di stagione decisamente positivo.

Ecco ancora Salvini a fine gara:

Siamo contenti per questa vittoria, ci voleva. Ho visto buone cose, abbiamo dato continuità al gioco espresso già contro la Ferruzza. Portiamo a casa due punti meritatamente e al cospetto di una squadra come il Martignana che specialmente nel primo quarto d’ora della ripresa ci ha dato filo da torcere.

Questo invece il presidente giallonero, Franco Maltinti:

E’ stata una partita strana, condizionata dall’errore dal dischetto. Certo la CDP ha meritato, loro sono una bella realtà. Noi abbiamo pagato dal punto di vista mentale quell’errore sul rigore e poi anche perdere Morelli contestualmente ci ha pesato. In ogni modo complimenti ai nostri avversari e ora si pensa al prossimo impegno.

 

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: