NEWS

3A DI ANDATA, IL COMMENTO DELLA GIORNATA

LE BOTTEGHE – CASTELFIORENTINO 0-3 (Fabione Nazionale, Minuto, Landi)

Prova del nove per la squadra di mister Torre. In casa dei fucecchiesi arriva il Castelfiorentino, indubbiamente un team attrezzatissimo e dagli obiettivi ben noti. Ma il tecnico argentino in questi primi 160 minuti di campionato ha fatto vedere sicuramente cose positive e in prospettiva di buon auspicio. Da segnalare per i padroni di casa le importanti assenze dei due terzini Rossetti e Marinello.

Mentre a proposito di assenze per gli ospiti non fanno parte del matchi, tra gli altri, Mitra, Pucci, Duccio e Nannetti.

Il Castello dalla sua vuole continuare la striscia positiva inanellata in questo inizio stagione e puntare alla leadership del girone.
E allora, detto, fatto! I castellani che mostrano uno stato di forma eccellente ci mettono solo 20 minuti a porre il timbro “ARCHIVIATA” sulla terza di andata. Ad aprire le danze ci pensa il solito Fabione e lo fa a modo suo, nel suo stile e con la solita concretezza. Maestro nel pressing il centravanti azzurro conquista palla e si presenta solo davanti all’estremo fucecchiese. per castigarlo, controllo della sfera con il petto e fendente imparabile.

BOTTEGHEZEROCASTELFIORENTINOUNO

Il raddoppio invece é opera di Minuto a seguito di una bellissima azione che vede coinvolto il suo omologo di fascia, Brucia, che é bravo a crossare in mezzo dopo aver sfruttato un ottimo cambio di campo dei suoi compagni. Per Minuto si tratta del primo gol stagionale.

Il tris invece lo mette a segno Landi che riceve a rimorchio un preziosissimo suggerimento dell’ottimo Papalini.

La ripresa non é ricca di gol come la prima parte di gara ma le due squadre offrono comunque un dignitoso spettacolo.  Carlo Bartolotti colpisce una traversa a metà tempo mentre per i padroni di casa si mette in buona evidenza Di Stefano che per tutta al durata dell’incontro ha cercato con insistenza di mettere in difficoltà la retroguardia castellana.

A fine gara le dichiarazioni dei protagonisti.

Mancini, presidente de Le Botteghe:

Abbiamo perso con una grande squadra, in maniera dignitosa, mostrando ancora una volta le nostre buone caratteristiche di gioco. Il Castelfiorentino ha chiuso il match in 20 minuti poi c’è stato molto equilibrio e sono contento per come abbiamo tenuto testa ad un avversario di questo calibro.

Andrea Fulignati, tecnico del Castelfiorentino:

Gran bella prova, devo fare i complimenti alla mia squadra per come ha gestito la partita e per il risultato ottenuto su un campo non facile. Le Botteghe sn una di quelle squadre che gioca al calcio e questo per noi era un test importante. Mi é piaciuto l’atteggiamento tattico della squadra soprattutto dopo aver maturato i gol. Siamo stati corti e con maturità abbiamo gestito il resto della gara.

PIAGGIONE VILLANOVA – AGRARIA ERCOLANI 1-1 (Magno/Corsi)

Il Camp Mou si presenta in condizioni non del tutto ottimali, alcune zolle superano di 6/7 millimetri lo standard Maggiore ma é garantita comunque agibilità e soprattutto l’ospitalità da parte della società di Via Piovola.Temperatura gradevole e tendenzialmente estiva fa da cornice al match, dirige l’ìncontro il Sig. Caparrini.

Parte bene il Piaggione, nei primi dieci minuti di gara la squadra di Ceccarelli prende in mano la situazione tanto da giungere anche al vantaggio. Complice un disimpegno errato della difesa certaldese, Magno ne approfitta e mette a segno la sua prima rete stagionale.
Ma il Piaggione si spegne proprio dopo aver acquisito il vantaggio. Cala vistosamemente la compagine blaugrana e nel contempo cresce con disinvoltura l’Agraria di Fabrizio Gozzi.
Gli ospiti prendono coraggio e specialmente nel settore mediano del campo fanno vedere le cose migliori. Il rientrante Brizzi (pesante la sua assenza nel derby)  prende in mano il centrocampo e da buon direttore d’orchestra tiene ordine e armonia in tutti i settori del campo. Trotta nel frattempo é sfortunato quando vede infrangersi sulla traversa il tiro che sarebbe valso il pareggio.

Termina in crescendo il primo tempo dell’Agraria ma il parziale alla fine dei primi 40 di gioco vede premiare i padroni di casa. Nella ripresa arriva il meritato pareggio per gli ospiti che trovano la via del gol grazie a Corsi che ben appostato riesce battere Frediani sotto misura. Da quel momento, e siamo al 16° minuto della ripresa sia l’Agraria che il Piaggione che piano piano ritrova ritmo e concentrazione, rischiano di portare a casa l’intera posta. Le occasioni non mancano da entrambe le parti e le più ghiotte capitano sui piedi di Macaione. L’attaccante entrato negli ultimi venti minuti di gioco si mette in mostra subito mettendo a segno una rete che il direttore di gara non convalida per situazione di off Side e più tardi vede il pallone da lui calciato finire sulla traversa della porta difesa da Simoncini.

Finisce 1 a 1 con il commento soddisfatto dei due tecnici.

Fabrizio Gozzi:

Rispetto alla gara di lunedì contro il Bocccacciio, ho visto una squadra diversa, determinata e in campo con le idee più chiare. Sono contento della prestazione, ritengo il risultato giusto ma se avessimo vinto, come abbiamo rischiato di fare, non avremmo rubato nulla al Piaggione. Dobbiamo lavorare ancora molto perché ci concediamo qualche pausa di troppo ma la prestazione di oggi é incoraggiante e sono soddisfatto.

Marco Ceccarelli:

Gara strana, siamo partiti bene facendo intravedere delle ottime cose, poi siamo improvvisamente e gradualmente calati, fisicamente e mentalmente. Abbiamo sofferto per lunghi tratti l’Agraria che ci ha messo in difficoltà, in maniera particolare a metà campo, dove ha delle buone individualità. Penso che il pareggio sia il risultato giusto. Dobbiamo studiare e capire il motivo di questo calo fisico e del tipo di atteggiamento che assumiamo in certe circostanze.

 

CASOTTI – BOCCACCIO 3-1 (Di Maria, Sassi, Falaschi/Riccobono)

Il Casotti riparte dalle mura amiche per cercare l’immediato riscatto dopo la non felice partenza in casa del Gavena.
Il Boccaccio invece arriva in terra cerretese per dare continuità alla classifica e anche a quel gioco manifestato nel derby vittorioso contro l’Agraria Ercolani. E gli ospiti certaldesi partono con il piede giusto. Al decimo infatti Riccobono mette un altro sigillo importante nel suo personale palmares. Il Boccaccio guadagna una punizione al limite dell’area per un fallo di Vigerelli. Riccobono pennella e mette alle spalle dello stesso estremo difensore cerretese. Badù si mette in bella mostra e mette sovente in difficoltà la retroguardia del Casotti e almeno in un paio di occasioni sfiorando anche il raddoppio.

La buona prestazione degli ospiti però svanisce e rimane un ricordo durato solo 25 minuti,  perché da quel momento saranno i padroni di casa ad assumere il comando delle operazioni. Salgono in cattedra i ragazzi di Buti e Berni.  Di Maria si mette subito in mostra. Il fantasista fucecchiese prima che arrivi il duplice fischio mette in equilibrio il risultato con il gol del pareggio e ha anche il tempo per colpire un palo.

Nella ripresa arriva il sorpasso, il Boccaccio non oppone la resistenza giusta e  Sassi con un bel colpo di testa a seguito di una bella azione che coinvolge il settore di destra e quello di sinistra con un bel cambio campo, fa brillare il tabellone elettronico per il 2 a 1.
Il vantaggio galvanizza i giocatori di casa che vanno a chiudere ii conti con Falaschi quando alla fine mancano ormai pochi minuti.

A fine gara abbai sentito i tecnici:

Maurizio Buti:

Questa vittoria ci voleva e penso che sia tutta meritata. Dopo un avvio di gara non in in linea con i nostri obiettivi, siamousciti alla distanza e abbiamo condotto una gara convincente e positiva. Venivamo da una sconfitta iniziale e questo risultato per noi é molto importante.

Niccolò Mantia:

Alla fine direi che il risultato é giusto ma lo dico con grande rammarico perché abbiamo fatto tante cose buone, vedi una buona fase difensiva, e poi invece ci siamo addormentati nei momenti importanti della gara. E’ frutto dell’esperienza, cosa sulla quale dobbiamo perfezionarci. E’ vero che avevo assenze importanti come Tani altri ragazzi validi ma chi é sceso in campo ha dato tanto e bene.

 

4 MORI – FERRUZZA 1-2 (Fazzini rig./Angerame rig., Campigli)

Gara di cartello quella in programma al Pozzale in casa del 4M. I gialloblù dopo la brillante vittoria con la Scalese e lo stop in casa del Castelfiorentino trovano un’altra big al loro cospetto.
Al Bistecca Stadium si presenta la Ferruzza del Loco Parentini, che ancora non ha totalizzato punti in questi rimi 160 minuti di campionato. Sconfitta in casa del Piaggione alla prima e tra le mura amiche la scorsa settimana ad opera del Vitolini.

La gara é vibrante e come prevedibile molto combattuta e decisamente corretta. Regna sostanzialmente l’equilibrio anche se é la Ferruzza ad esporsi maggiormente e gli uomini di Parentini nella prima frazione di gioco trovano una discreta opposizione da parte del 4M.  Ciò nonostante riescono ugualmente a terminare la prima frazione di gioco in vantaggio.
Il gol arriva dagli undici metri dopo che Alessandro Ciambotti veniva ostacolato irregolarmente all’interno dell’area di rigore gialloblù da un ingenuo Giraldi. Angerame non fallisce e mette a segno il suo primo timbro stagionale.
Siamo neanche al decimo del primo tempo e per i padroni di casa si potrebbe concretizzare l’opportunità del pareggio. Protagonista sempre Giraldi, questa volta nell’area opposta, quella bianconera. A pochi metri dal portiere l’attaccante riceve un delizioso pallone da LDS Scardigli e viene palesemente ostacolato finendo in terra. Per l’arbitro é simulazione ma senza cartellino.

I fucecchiesi potrebbero andare al riposo addirittura con il doppio vantaggio ma lo sfiorano davvero di pochissimo. Il tiro con la punta del piede di Bertini, dopo il suggerimento di filtrante di Ciambotti, va a baciare il palo interno prima di finire tra le braccia dell’estremo difensore quattromorino.

Gli ospiti la chiudono invece nella ripresa quando da traversone dal settore di destra di Maffei, Campigli stacca bene di testa, come sa fare lui, e insacca imparabilmente.
Il 4M é sempre in gara e non si scompone neanche al doppio svantaggio. I ragazzi di mister Ciani palesano organizzazione di gioco oltre alla consueta grinta, il che porta a qualche minuto dal termine a guadagnarsi il rigore che consentirà a Fazzini di accorciare le distanze.

In sala stampa i commenti tecnici.

Mauro Parentini:

Abbiamo incontrato una squadra ben disposta in campo, organizzata, e questo lo avevo già notato contro il Castelfiorentino. Faccio i complimenti a questo gruppo che a mio avviso dirà la sua in questa stagione. Il 4M ci ha dato filo da torcere e per questo sono contento della vittoria. La cosa più importante oggi era il risultato, sinceramente ci siamo tolti un peso di dosso. Poi lo abbiamo ottenuto anche meritando, giocando un discreto calcio e quindi questo deve essere l’inizio vero del nostro campionato.

Andrea StramacCiani:

Mi fanno davvero piacere i complimenti di Parentini ma purtroppo con i complimenti, che accetto volentieri, non facciamo punti.
Peccato! Abbiamo fatto la nostra buona gara, abbiamo pagato caro un’ingenuità in area di rigore che ci é costata lo svantaggio.
Sarebbe stato interessante vedere alla Var il fallo su Giraldi perché non credo che da quella posizione abbia senso buttarsi, sei a qualche centimetro dal gol…. E in ogni modo abbiamo perso con una grande squadra che ci ha superato dal punto di vista atletico e fisico. Una squadra attrezzata alla quale non puoi concedere assolutamente nulla. Noi ci rimbocchiamo le maniche come sempre e ci prepariamo per il prossimo importante incontro.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: