NEWS, SERIE A

UN MACCANTI STRATOSFERICO LANCIA LA SESA

ROSSELLI – SESA 1-2 (Ayub / Doppio Maccanti)

Cominciamo dalle parole del tecnico del Rosselli, Alberto Banti:

E’ stato un risultato bugiardo, ci saremmo meritati almeno il pareggio. Comunque, al di là del risultato negativo, sono contento della prestazione della squadra perché rispetto alla prima opaca uscita di Corazzano, abbiamo fatto decisi passi avanti sia dal punto di vista mentale che sotto il profilo del gioco. Si sono infatti iniziate a vedere trame interessanti ed essendo una squadra completamente nuova rispetto allo scorso anno e, quindi, ancora in costruzione, queste sono senza dubbio indicazioni positive.

Ho visto una crescita. E’ chiaro che c’è ancora da lavorare tanto, ma abbiamo intrapreso la strada giusta. Tornando alla partita siamo passati subito in vantaggio con una bella conclusione dalla distanza di Ayub, ma purtroppo abbiamo poi incassato quasi subito il pari. Nell’occasione abbiamo pagato a caro prezzo degli errori individuali in difesa e dopo il pareggio loro hanno preso un certo predominio territoriale, anche perché poco dopo la metà della prima frazione siamo rimasti anche in dieci. Sorvolando sulle decisioni arbitrali, che ci hanno comunque penalizzato, nella ripresa i ragazzi sono stati bravi a riassettarsi e nonostante l’inferiorità numerica non abbiamo mai seriamente rischiato.

Anzi, siamo stati noi ad aver avuto alcune chances per passare nuovamente in vantaggio. Poi, però, nell’unica occasione concessa su una situazione da palla inattiva loro sono stati bravi a trovare il 2-1. Nonostante tutto, comunque, la squadra non si è disunità e, pur in 10 contro 11, ci ha provato fino in fondo a pareggiarla. Purtroppo non ci siamo riusciti, ma mi tengo l’ottima prestazione ed è da qui che dobbiamo ripartire, cercando magari di capitalizzare maggiormente quello che facciamo.

Di seguito, invece, il parere di Moreno Gaini (Sesa):

E’ stata una partita complicata, non bella ma maschia e combattuta. Non si era nemmeno messa bene perché dopo appena 47 secondi siamo andati sotto per effetto di un tiro dalla distanza sul quale il nostro portiere si è fatto un po’ sorprendere. Poi, però, siamo stati bravi a reagire subito e dopo neanche 3 minuti siamo riusciti a pareggiare con Maccanti, che si è fatto trovare al posto giusto dopo la bella iniziativa di Giovannuzzi. Poi la partita si è fatta un po’ caotica quando il direttore di gara ha espulso un loro giocatore per doppia ammonizione. Loro infatti hanno iniziato a protestare contro il direttore di gara, così come i tanti tifosi presenti in tribuna.

A mio avviso è stato un po’ sfortunato perché dopo essere stato ammonito per aver platealmente calciato via il pallone, in seguito ad una decisione arbitrale si è visto sventolare nuovamente il cartellino giallo per una reiterata trattenuta nella nostra metà campo a fermare una ripartenza. Visto che questa seconda ammonizione è ineccepibile da regolamento, magari se l’allontanamento del pallone fosse venuto dopo forse il direttore di gara avrebbe anche potuto sorvolare. In ogni modo la prima frazione è finita con un po’ di apprensione, soprattutto al momento di rientrare negli spogliatoi perché i cancelli non erano chiusi ed alcuni sostenitori si stavano avvicinando continuando a inveire contro l’arbitro. Qui, però, devo fare i complimenti ai dirigenti del Rosselli che sono riusciti a far tornare la calma. Infatti, dopo l’intervallo l’atteggiamento di tutti era cambiato.

Tornando alla partita nella ripresa noi non siamo stati bravi a sfruttare la superiorità numerica, mentre con qualche cambio loro non hanno sofferto l’uomo in meno difendendosi con ordine. Per nostra fortuna, però, su una punizione calciata bene in area Maccanti è stato ancora una volta bravo a girare di testa all’incrocio dei pali per il definitivo 2-1. Devo fare davvero un plauso a questo ragazzo, che mette sempre a disposizione della squadra la sua duttilità. Anche in questa circostanza, per esempio, da attaccante ha finito come terzino. Tuttavia, comunque, c’è stato da soffrire fino alla fine perché sebbene in dieci contro undici loro sono riusciti a metterci pressione. Grandi occasioni non ne hanno avute, ma sono arrivati a battere anche tre o quattro corner consecutivi e si sa, sulle palle ferme può succedere di tutto.

Teniamoci quindi il risultato positivo, anche se stavolta non abbiamo giocato bene, in una serata che si era preannunciata difficile già dalla settimana. Dopo i forfait per infortunio di Mecca e La Rocca, infatti, poco prima della partita abbiamo dovuto fare a meno anche di Zambelli e già durante la prima frazione sono stato costretto a sostituire per vari motivi prima Loisi e poi Giovannuzzi.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: