NEWS

GIRONE A, COMMENTO 2A GIORNATA

Dopo i tre anticipi, puntualmente raccontati nel live di venerdì sera, si consuma parzialmente la seconda giornata di andata con i due incontri del sabato.

In attesa del super posticipo di lunedì sera tutto certaldese tra AGRARIA ERCOLANI e BOCCACCIO

 

FERRUZZA VITOLINI 1-4 (Bertini/Sabatini 2, Rossi, Berni)

A La Torre é già scontro salvezza. Si affrontano le ultime della classe nel tentativo di dimenticare quanto prima il passo falso della settimana precedente.

Scherzi a parte, naturalmente. Siamo solo alla seconda giornata di campionato e il calendario ci mette di fronte un big match di altissimo spessore. Due squadre, reduci da due gare dove non hanno ottenuto punti ma cariche e pronte al riscatto perché le ambizioni, i programmi e gli organici a disposizione pretendono quote più alte.

Si tratta di un match ricco di emozioni e di gol. A ridere a fine gara però ci sono solo gli ospiti, il Vitolini di Parrini che rifila un secco poker ai padroni di casa bianconeri.
Non abbiamo ricordanza, da quando i fucecchiesi hanno messo piede nel comitato empolese, di un passivo così pesante per i colori bianconeri.

A La Torre, campo per lo più favorevole al Loco e al suo team succede che il Vitolini

Nella FOTO PISIU, Berni esulta dopo il gol.

gioca meglio, é più scaltro, cinico e concreto. In sintesi si potrebbe dire questo dopo che in una gara combattuta la Ferruzza ha commesso una serie di errori di esecuzione e forse anche tecnico tattici mentre i ragazzi del Montalbano sono stati impeccabili non fallendo neanche un colpo.

I primi 40 minuti si chiudono sul parziale di 0 a 2. Apre le marcature Sabatini che sfrutta una ripartenza dei suoi dopo che la Ferruzza perde ingenuamente un pallone in fase offensiva. Parrini si schiera con un 4-3-3 cercando di limitare più possibile i punti di forza degli avversari che sul campo del padule si trovano molto a loro agio.

Le mosse del tecnico del Vitolini danno i loro frutti e Berni, in un’azione fotocopia della prima porta a due le marcature. Altro pallone perso in fase offensiva dalla Ferruzza, altra ripartenza e per l’ex Emmetex arriva il primo gol stagionale.

C’é tutto il tempo per rimediare, il carattere Ferruzza non molla certo davanti ad uno zero due. Gli uomini di Parentini cercano di attaccare gli spazi, ci provano e per un soffio non accorciano le distanze con un paio di occasioni consecutive che servono solo a riempire di applausi Montenegro, l’estremo difensore del Vitolini. E dal gol sbagliato si arriva, per la legge ormai del calcio, al gol subito. Angolo di Sabatini e piatto preciso dagli undici metri di Leonardo Rossi che firma subito il cartellino come il suo compagno Berni.

Il “Magnifico” ha appena messo a segno la sua perla di giornata (Foto Pisiu)

Bertini accorcia le distanze ma i giochi sono ormai fatti, anche perché dopo qualche minuto arriva la perla del MAGNIFICO, Cosimo Sabatini dalla distanza fa partire un missile terra aria che non lascia scampo a nessuno, la sfera che in pochi riescono a mettere a fuoco durante il suo percorso letale, si va ad infilare sotto l’incrocio dei pali per accarezzare il sacco retato alle spalle di Cecconi. APPLAUSI.
Per non farsi mancare ulteriori emozioni, la Ferruzza si guadagna anche un calcio di rigore che però non viene sfruttato a dovere da Angerame il quale si trova davanti ancora una volta Montenegro che si oppone da campione.

GAME OVER A LA TORRE VINCE IL VITOLINI QUATTRO A UNO

Ecco cosa ci ha detto mister Parrini a fine gara:

Sinceramente mi sono divertito di più contro il Castello. C’é stato più calcio anche se abbiamo perso. Sono contento del risultato, chiaramente, perché lo abbiamo ottenuto contro una signora squadra. Siamo stati bravi a limitarne le loro doti migliori. Siamo stati bravissimi a tenere corta la squadra e questo ci ha premiati.

Telegrafico invece Mauro Parentini:

I ragazzi del Vitolini sono stati più bravi di noi ed hanno vinto. Siamo stati un po’ polli.

 

GAVENA – CASOTTI 1-0 (Floro Flores)

Seconda consecutiva in casa per il Gavena che ospita al Cecconi Museum i vicini di casa del Casotti in quello che potremmo definire un derby. Gavena e Pieve a Ripoli distano tra loro 1800 metri ed entrambe appartengono al Comune di Cerreto Guidi anche se Pieve a Ripoli é in pratica alle porte di Fucecchio. Per la squadra allenata da Berni e Buti si tratta dell’esordio stagionale, considerato che alla prima giornata i gialloblù hanno osservato il turno di riposo.

Il Gavena deve fare a meno di Pignataro, indisponibile, e con Di Marino non al meglio della condizione, anche se alla fine risulterà uno dei migliori in campo.

Non si assiste ad una bella partita, dopo i primi 10 minuti giocati a buon ritmo gli ospiti, dai quali ci si attendeva qualcosina in più, paiono timidi, abbassano il loro baricentro  e si affidano spesso e volentieri a lanci a scavalcare il centrocampo che risultano il più delle volte fini a se stessi.
I padroni di casa ne approfittano e ben messi in campo arginano bene sulla mediana e non rischiano quasi nulla.
Il Gavena infatti trova anche il vantaggio grazie ad una bella azione manovrata che porta con 4 passaggi Flores alla conclusione che va a buon fine.

Sul parziale di 1 a 0 per i biancazzurri le due squadre guadagnano gli spogliatoi per l’intervallo. Nella ripresa il Casotti reagisce meglio e si propone con più frequenza nella metà campo avversaria, guadagnando decisamente metri per riequilibrare le sorti dell’incontro. Rischiano più volte di pervenire al pareggio  i ragazzi di Berni, e colpiscono per ben due volte i legni della porta difesa magistralmente da Pannocchia. Clamorosa la traversa colpita da Scholes Casalini dai 31,24 mt.
Il Gavena. non sta a guardare e sfiora anche il raddoppio che non trova grazie ad un intervento strepitoso di un sempre grande Vigerelli.L’ultima opportunità invece capita sui piedi di Sassi, quando a pochi secondi dal termine e sul filo del fuorigioco si inventa un delizioso pallonetto che termina di poco sopra la traversa-

Finisce con la vittoria dei padroni di casa e con le parole di Alano Galliani in sala stampa:

Abbiamo fatto un primo tempo sufficiente, siamo stati bene in campo, accusavamo anche qualche assenza e abbiamo stretto i denti. Questi sono altri due punti importantissimi per noi che abbiamo bisogno di mettere fieno in cascina

Mister Berni:

Esordio amaro, peccato. Abbiamo concesso troppo al Gavena nel primo tempo e poi effettivamente un po’ di sfortuna non ci ha permesso di pareggiare. Stiamo lavorando con umiltà e continueremo per toglierci le nostre soddisfazioni. Sono contento per chi é subentrato in corsa é ha dimostrato determinazione e voglia di fare.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: