COMMENTI, NEWS

CASTELFIORENTINO A PUNTEGGIO PIENO, PARI A LA SCALA E BACCAIANO

CASTELFORENTINO – 4M 3-0 (Brucia, Fabione Nazionale, Benedettino)

Si potrebbe parlare di scontro al vertice. I padroni di casa castellani e il 4M vengono dalle vittoriose e convincenti gare d’esordio e si presentano a questo match chiaramente a punteggio pieno.

Al Castelfiorentino però sono bastati 20 minuti per blindare la gara e mettere al sicuro il risultato. Con un pizzico di fortuna i padroni di casa trovano il gol del vantaggio. Un cross di Brucia si trasforma in un fatale tiro per la difesa del 4M e la palla finisce alle spalle dell’estremo difensore gialloblù. Di li a poco arriva anche il raddoppio, Nannetti calibra un millimetrico lancio per Fabione Nazionale che taglia magistralmente in verticale e al cospetto del portiere avversario disegna un delizioso pallonetto che accompagna la sfera in fondo al sacco. E’ la cronaca dei primi 40 minuti.
Nella ripresa i Castellani concedono un ritmo più blando rispetto alla prima frazione di gara. Il 4Mori ne approfitta e si affaccia con più frequenza nella trequarti avversaria. Zappia si vede annullare un gol mentre é buono il capolavoro che mette a segno IL COIFFEUR, Beppe Benedettino, sempre pronto, sempre attento e sempre di gran classe. L’attaccante azzurro riceve un delizioso pallone da Fabione Bartolotti che aveva completato una sovrapposizione sul settore di sinistra. Il cross basso del centravanti, ex Ercolani, é preda di Beppe Benedettino che arresta la sfera con il petto ne ammorbidisce la corsa e con il destro fa centro. APPLAUSI. TREAZEROCASTELLO.

Il 4M non é mai domo e Giraldi si procura un calcio di rigore, l’attaccante costringe D’Onofrio ad un ingenuo fallo che vale il penalty. Ma per Zappia, evidentemente non é serata e la sfera che calcia il numero 5 dal dischetto si stampa sul palo.
Il Castello incamera altri due punti e continua a viaggiare a punteggio pieno.

Queste le parole dei due tecnici a fine gara:

Andrea StramacCiani:

Per fare risultato in questo campo con questi avversari devi fare la partita dell’anno, non sbagliare assolutamente nulla e sperare che loro non siano in serata. Detto questo  e quindi che abbiamo incontrato una squadra forte, dico anche che siamo stati anche un po’ sfortunati. Il primo gol lo abbiamo preso su un cross e il terzo quando avevamo appena creato un’occasione importante. Il risultato comunque non lo discuto, il Castello ha vinto meritatamente, sapevamo che avremmo incontrato un avversario di gran valore. Continuiamo a lavorare come abbiamo cominciato e ci toglieremo le nostre soddisfazioni.

Andrea Fulignati:

Intanto voglio fare i complimenti al 4M per lo spirito con il quale si approccia a questa disciplina. Uno spirito di gruppo dal quale dovremmo prendere tutti esempio. Per quanto riguarda la gara sono chiaramente soddisfatto, l’abbiamo chiusa nel primo tempo, agevolati dal primo gol ma direi legittimata da una prestazione importante che alla fine ci ha permesso di fare tre gol. Siamo stati bravi a gestire la gara nel primo tempo per un verso e nella ripresa nell’amministrazione.

 

SCALESE – BOTTEGHE 1-1 (Mainardi/ Di Stefano)

La Scalese si ripresenta di notte al Granocchi pronta a rimediare il passo falso della prima giornata in casa 4M. A fare visita al Team di Dario Picchi arriva però Le Botteghe, reduce dalla bella prova contro la CDP Limite, valsa la vittoria per 2 a 0.

E’ una bella gara quella alla quale assistono anche un nutrito numero di spettatori. Vivace e ricca di spunti tattici e anche tecnici. Il primo tempo si chiude a reti inviolate e sul taccuino si registrano un’occasione per parte. I padroni di casa vanno vicini al gol con Costagli che di poco non trova la porta dopo un pennellato crossi di MondialMonti mentre dalla parte opposta é il solito Riccio ad offrire l’azione più pericolosa per i suoi sfiorando la terza marcatura stagionale.

La ripresa invece ci regala il gol e alla Scalese regala anche l’illusione della vittoria. Infatti al minuto 53 i gialloblù trovano il vantaggio con Mainardi. E’ molto bravo Costagli ad interrompere una trama offensiva de Le Botteghe e dare il la’ ad una classica ripartenza. Il suo lancio serve appunto l’ex giocatore della Ferruzza che con un soffice pallonetto beffa l’estremo difensore avversario. La Scalese vuole legittimare il vantaggio e arrotondare il punteggio. Tiene il pallino del gioco in mano per un buon quarto d’ora sfiorando anche il raddoppio con Taddeini ben servito da Centi ma il risultato non cambia.

Cambia nei secondi finali di gara quando Fontanelli non trattiene un tiro dalla distanza e sulla palla il più lesto ad avventarsi é capitan Di Stefano che lo infila regalando un prezioso punto alla sua squadra. Finisce UNOAUNO.

A fine gara il commento di Dario Picchi, tecnico della Scalese:

Peccato, ci siamo andati vicinissimi. Dobbiamo metterci in testa che le partite finiscono quando l’arbitro fischia tre volte. Bisogna lottare su tutti i palloni fino all’ultimo secondo. Ci avevo fatto la bocca, eravamo all’ottantunesimo anche se devo ammettere che il risultato é quello giusto. E’ stata una gara equilibrata, si sono viste delle belle cose da una parte e dall’altra. Del bel gioco e alcune idee tattiche davvero apprezzabili. Sicuramente abbiamo fatto meglio di domenica mattina ma adesso dobbiamo pensare al prossimo impegnativo incontro di sabato prossimo con la CDP.

Questo invece il presidente Mancini de Le Botteghe:

Purtroppo per motivi di lavoro no ho assistito alla gara. So di un match equilibrato dove noi come al solito abbiamo fatto del possesso palla la nostra prerogativa di gioco. La Scalese ha tenuto il pallino del gioco per lunghi tratti della ripresa e poi noi ci siamo andati prendere un meritato pareggio.

 

MARTIGNANA – PIAGGIONE 1-1 (Uci/Aut. Boncivinni)

Martignana e Piaggione si affrontano da primatiste. I padroni di casa si portano in eredità i due punti conquistati in terra certaldese in casa del Boccaccio mentre gli empolesi blaugrana sono carichi del 2 a 1 rifilato addirittura alla corazzata Ferruzza del Loco Parentini.

In quel di Baccaiano durante la prima frazione di gioco c’é più Martignana che Piaggione. I ragazzi di Scardigli mettono sovente in allarme la retroguardia del Piaggione e in questi 40 minuti riescono a realizzare le due reti che decidono l’incontro. Il primo gol i gialloneri lo fanno nella porta giusta. E’ uno schema preparato e studiato in allenamento che porta i suoi frutti. Un calcio d’angolo che mette nelle condizioni Uci di battere Cecchi, oggi tra i pali del Piaggione.

Peccato che il secondo gol i padroni di casa lo facciano nella loro porta e questa volta é uno di quei autogol alla koulibaly a ingannare l’incolpevole Zotta. L’autore dell’incidente è Boncivinni che corregge in rete un tiro dalla distanza di Macaione.

Sullo 0 a 0 sempre da fuori area per gli ospiti ci aveva provato Balsotti, ma l’ex Ferrari Allarmi non era stato fortunato nella conclusione.

Nella ripresa il ritmo dei padroni di casa é meno accentuato e il Piaggione riesce a trovare qualche spazio in più rispetto alla prima frazione di gioco. Ci prova ancora Balsotti ad impensierire Zotta, ma anche questa volta senza fortuna. Anche Pucci, entrato in corsa anche in questa circostanza, rischia di capovolgere il risultato ma rispetto alla scorsa settimana non é accompagnato dalla stessa sorte.

La parata più bella e importante invece la compie Cecchi, un autentico miracolo. Da distanza ravvicinatissima l’estremo difensore del Piaggione riesce a neutralizzare un colpo di testa di Pagni che tutti avevano già battezzato in gol.
Gli ultimi minuti invece il Martignana li disputa in inferiorità numerica perché Greco si dilunga in proteste dopo che non gli viene concesso un rigore a suo avviso sacrosanto.

Queste le parole di mister Ceccarelli:

Abbiamo sofferto il Martignana. E lo sapevo già dalla vigilia che avremmo incontrato un avversario ostico su un campo difficile dove bisognava tenere un ritmo di gara alto. Nel primo tempo in maniera particolare i nostri avversari ci hanno messo in difficoltà. Poi, grazie al fatto che hanno tirato un po’ il fiato e al fatto che abbiamo adeguato le nostre misure abbiamo lavorato meglio e creato anche qualche buona occasione. Direi un punto buono e importante.

Franco Maltinti, presidente del Martignana:

Un bel pareggio, direi risultato giusto. Molto bene noi nel primo tempo e poi la gara si é equilibrata. Bravo il loro portiere sul colpo di testa di Pagni.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: