NEWS

LA FORTUNA, MANCA UN PO’ DI INCISIVITA’

La formazione gialloblù riscatta l’amara retrocessione con l’ultimo posto della regular season, regalandosi un altro bel pomeriggio al TEMPIO dopo quello di due anni fa contro La Serra. I ragazzi di mister Del Bravo fanno qualcosa in più sul piano del gioco, soprattutto nella prima frazione, ma mancano di un pizzico di concretezza al momento di finalizzare e alla fine si devono arrendere ancora una volta ai calci di rigore.

GUARDINI – 5.5 Qualche sbavatura, soprattutto in uscita, e l’errore nella serie dal dischetto dove si fa ipnotizzare dal collega.

L’errore decisivo dal dischetto di Lucci (Foto Pisiu)

ARRIGHI – 6.5 Buon passo, attacca con costanza la corsia di destra, anche se riesce ad affondare in maniera pericolosa soltanto in una circostanza. 49′ LUCCI – 5.5 Rientrato proprio per questo finale dopo l’ennesimo infortunio di una stagione davvero sfortunata, prova a svariare su tutto il fronte offensivo per non dare punti di riferimento, ma non è quasi mai pericoloso e un suo errore dal dischetto costa la coppa.

PINZUTI – 6 Quando sale Nunziata qualche problema lo ha, ma grazie all’esperienza e ad un buon senso della posizione tiene a bada gli attaccanti biancorossi. 80′ SCARDIGLI – N.G.

PICCINI – 7 Il migliore in campo per intensità e continuità di rendimento. Recupera un’infinità di palloni, perdendone pochi.

ANCILLOTTI – 6.5 Sempre a sua agio nei palloni alti, dimostra anche un ottimo tempo nelle uscite, pecca solo in qualche appoggio in fase di impostazione.

Caciagli e Bini, con in braccio la figlia, ritirano la coppa per la 2a classificata del La Fortuna (Foto Pisiu)

CACIAGLI – 6.5 Sicuro nei passaggi, attento in chiusura, forte fisicamente nell’uno contro uno e quasi insuperabile di testa, completa il muro difensivo gialloblù.

TACCONI – 6 Piedi e visione di gioco gli dovrebbero permettere di prendere maggiormente in mano le redini del gioco, ma si vede a fasi alterne.

REBUSSI – 6 Il Nazionale gialloblù viene schierato da punta centrale, ma non sembra avere le caratteristiche per farlo, anche se qualche pallone lo smista bene. 60′ GIANNINI – 6 Una delle colonne de La Fortuna entra con il piglio giusto, ma non riesce a cambiare l’inerzia della gara.

PARRINI – 6 Senza dubbio il pericolo numero uno per la difesa del Castelnuovo, nel primo tempo è fermato dall’attento Tinti, ma con l’aumentare della stanchezza perde di lucidità e nella ripresa spreca almeno un paio di buone chance per scelte sbagliate.

Abruzzese in azione (Foto Pisiu)

ABRUZZESE – 6.5 Il passo non sarà più quello dei tempi migliori, ma davanti alla difesa sfoggia classe ed eleganza, volta ad ispirare la manovra gialloblù.

BINI- 6.5 Anche l’altro veterano de La Fortuna, ci mette il consueto impegno sulla corsia di sinistra, facendo vedere anche buone cose come uno strepitoso aggancio su un lancio di 50 metri di Abruzzese. 78′ RUTILI – N.G.

MISTER DEL BRAVO – 6.5 Buona copertura del campo con una spiccata attitudine a muovere la palla anche da dietro, mette in mostra delle interessanti trame di gioco. Manca, però, di un uomo forte davanti che sappia fare reparto e non riesce, ma è anche comprensibile visto il gran caldo, a mantenere una certa continuità di manovra. Può incidere poco con i cambi a disposizione, ma sua squadra è ben preparata sia dal punto di vista fisico che tattico, date le assenze in mezzo al campo prova ad arretrare De Iannuaris per fare gioco, ma la soluzione non porta probabilmente fino in fondo i risultati sperati. Nella ripresa buoni gli innesti di Boumarouan e Mugnaini, che danno un po’ di brio e geometrie per provare qualcosa in più ma non basta. Il carattere e l’identità che ormai ha raggiunto questa squadra, sono però il vero successo dell’allenatore biancorosso.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: