NEWS, SERIE A

CASTELNUOVO IN ESTASI, LA FORTUNA BEFFATO

COPPA CIRCONDARIO 2018/2019
“CASTELLANI” EMPOLI 1 Giugno 2019
FINALE – ORE 15.30

 

0 (5)

 

0 (4)

 

CASTELNUOVO
LA FORTUNA
TINTI C. (41′ Desideri) 1 1 GUARDINI
DI COSMO (75′ Gazzarrini) 2 17 ARRIGHI (49′ Lucci)
CAPARRINI 8 3 PINZUTI (80′ Scardigli)
TOMASULO (80′ Lupi) 4 4 PICCINI
NUNZIATA (55′ Viani) 18 5 ANCILLOTTI
TANZINI (70′ Mugnaini) 20 6 CACIAGLI
DE IANNUARIS 10 7 TACCONI
IUPPA (56′ Boumarouan Z.) 22 8 REBUSSI (60′ Giannini)
ULIVIERI 11 9 PARRINI
RINALDI 17 10 ABRUZZESE
DI DONNA 24 11 BINI (78′ Rutili)
A DISPOSIZIONE
DESIDERI 58 12
MUGNAINI 23 13 RUTILI
BOUMAROUAN Z. 21 14 GIANNINI
VIANI 5 15 INNOCENTI
GAZZARRINI 7 16 SCARDIGLI
LUPI 15
MARCHI 25 18 VENTURINI
ZANOBONI 6 19 LUCCI
20
Gabriele Gambassi
ALL. ALL.  Alessio Del Bravo

 

L’ultimo pomeriggio di grande CALCIO MAGGIORE nell’affascinante scenario del TEMPIO a Empoli, si apre con la finale di Coppa del Circondario, che vede di fronte Castelnuovo e La Fortuna. Sfida del riscatto per entrambe, dopo la deludente stagione regolare, conclusa con la retrocessione in A2. I biancorossi valdelsani sono arrivati a quest’ultimo atto eliminando in semifinale le Botteghe per 3-1, mentre i gialloblù di Ponte a Elsa hanno prevalso ai rigori sul Martignana, dopo averlo fatto anche nei quarti ai danni dell’Unione Valdelsa.

Veniamo adesso alle scelte dei due tecnici, partendo da Gabriele “Wally” Gambassi del Castelnuovo, che deve fare a meno di due pedine importanti come Capitani e capitan Damiano Innocenti. Il primo è squalificato per somma di ammonizioni e il secondo è infortunato. Tra i pali il veterano “Carletto” Tinti, al suo ultimo gettone della carriera, mentre la linea difensiva a quattro è composta da destra a sinistra da Di Cosmo, Caparrini, Tomasulo e Nunziata. A centrocampo le fasce sono coperte da Tanzini a destra e Ulivieri a sinistra con De Iannuaris che viene arretrato in mezzo al campo al fianco di Iuppa, per sfruttarne le qualità tecniche. Davanti agisce invece la coppia formata da “Ibra” Rinaldi e Di Donna.

Dall’altra parte Alessio del Bravo, che non era in panchina nel 2017 quando La Fortuna di Franchini perse ai rigori una stessa finale di Coppa del Circondario contro La Serra, risponde con Guardini in porta e una difesa a quattro composta da Pinzuti a destra, Bini a sinistra e Ancillotti-Caciagli al centro. L’esperto Abruzzese ricopre il ruolo di play davanti alla difesa con ai fianchi Tacconi e Piccini mentre Arrighi punge alto a destra e Parrini dalla parte opposta con Rebussi punto di riferimento offensivo.

Dopo una prima fase di studio la prima occasione capita al La Fortuna, che all’8’ riparte velocemente con una palla recuperata a centrocampo: Abruzzese verticalizza per Parrini, che entra in area dal settore di sinistra e cerca il primo palo rasoterra, ma Tinti copre bene in corner. Passa qualche minuto e dalle tribune si solleva una standing ovation per “Venta” Venturini che si alza dalla panchina e controlla con elegante disinvoltura un pallone terminato fuori che ricasca proprio a pochi metri da lui. La prima parte di gara e appannaggio dei gialloblù, che appaiono più pimpanti e si rendono protagonisti di un paio di buone azioni a tagliare la difesa avversaria. La reazione del Castelnuovo è affidata invece a una punizione di De Iannuaris al 20’, ma la sua conclusione a scavalcare la barriera è troppo lenta per impensierire l’attento Guardini (in tribuna il fratello e neo ‘scudettato’ col Real Isola, Andrea).

Col passare dei minuti, invece, cresce anche il Castelnuovo che si distende bene una prima volta a destra e una seconda a sinistra, dove Nunziata piazza un perfetto cross mancino, ma Caciagli è bravo a liberare di testa. Poco dopo, invece, ci prova ancora De Iannuaris di contro balzo sugli sviluppi di un corner, ma il tiro termina di poco alto. La Fortuna, da parte sua ci prova con un paio di calci d’angolo e un’incursione a destra di Arrighi, ma la difesa del Castelnuovo fa buona guardia.

Si va così al riposo sul risultato di 0-0. La ripresa si apre con la staffetta tra i pali del Castelnuovo con Desideri che rivela Tinti. La prima mossa del La Fortuna arriva poco dopo quando Arrighi viene sostituito con Lucci, il quale si piazza al centro dell’attacco al posto di Rebussi, che scala in mezzo al campo con Tacconi che si alza trequartista. Poi è la volta del Castelnuovo con Viani al posto di Nunziata e Boumarouan per Iuppa, senza alcun cambio tattico.

A livello di occasioni, però, la ripresa è decisamente più avara. Le più ghiotte, comunque, sono due per il Castelnuovo. Una arriva con De Iannuaris che colpisce il palo direttamente da corner e una con “Ibra” Rinaldi, che su un delizioso cross dalla destra del neo entrato  Mugnaini, prende il posto di Tanzini, non riesce ad impattare la sfera all’altezza del secondo palo, da distanza ravvicinata. L’equilibrio, però, non si spezza e diventa inevitabile la soluzione ai calci di rigore. La serie è inaugurata da Caparrini del Castelnuovo, che fa centro così come Abruzzese del La Fortuna. Infallibili anche Mugnaini e Rinaldi, mentre l’esecuzione del portiere gialloblù Guardini viene deviata sopra la traversa dal collega Desideri.

All’inizio della quarta tornata, quindi, il Castelnuovo conduce 3-2, ma la traversa colpita da De Iannuaris e la successiva realizzazione di Ancillotti riportano il risultato in parità. Esecuzioni positivi, poi, anche per Zohir Boumarouan e Tacconi che decreta il prolungamento della lotteria dal dischetto. Nel primo giro ad oltranza il Castelnuovo fa centro con Di Donna, mentre Luci calcio alto. Piange La Fortuna, ride il Castelnuovo che può così alzare la Coppa del Circondario. Resta ancora una volta a bocca asciutta, invece, Alessio Del Bravo e il suo La Fortuna, che esattamente come due anni fa si ferma a 11 metri dal successo.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: