LEGA AMA, NEWS, SERIE A

IL VINCI RIMONTA E FA SUA LA COPPA PROMOZIONE

In copertina la festa del Vinci in mezzo al campo con la coppa (Foto Beppe)

COPPA PROMOZIONE AMATORI 2018/2019
“CASTELLANI” EMPOLI 25 Maggio 2019
FINALE – ORE 15,30

 

1

4′ Poli

3

15′ Berni, 53′ Cioli, 79′ La Vecchia L.x

MARCIALLA CITY
VINCI
FALCIAI 1 1 VANCHERI
CECCHI M.N (47′ Naldini) 2 2 BALDACCI (61′ Rinaldi)
NDOYE (74′ Buttitta Gia.) 3 3 TORRIGIANI
MORI (61′ Seghi) 4 4 MANZI (83′ Billocci)
BERTI (54′ Buttitta Giu.) 5 5 MAZZEO
SCALI 16 6 PENTA
DOMENICHELLI 7 7 CERBONI (84′ Leoncini)
VERDIANI S. 8 8 MIRAGLIA
MAROTTA (77′ Bertini) 14 9 BERNI (75′ La Vecchia L.)
BRANCHI 10 10 VERDIANI L.
POLI 11 18 CIOLI (81′ Morelli)
A DISPOSIZIONE
OLIVIERI 12 12 PESCINI
SEGHI 13 13 BILLOCCI
BERTINI 9 14 RINALDI
CHERKAOUI 15 15 NICOLOSI
NALDINI 6 16 MASI
BUTTITTA GIU. 17 17 LEONCINI
BUTTITTA GIA. 18 11 LA VECCHIA L.
BARTALESI 19 19 MORELLI
FIORDALISI 20 20
Lorenzo Anichini
ALL. ALL.  Simone Borselli

 

Da sinistra Bartaloni, Bongiovanni, Almonti e Cappelli

Niente riflettori, un pizzico di magia in meno rispetto ad una notturna, ma pur sempre un campo da Serie A. Dopo la finalissima ‘scudetto’ dello scorso 10 maggio, a distanza di 2 settimane il TEMPIO torna ad aprire i propri cancelli per una finale di CALCIO MAGGIORE. Anzi due. La prima a disputarsi è quella tra Marcialla City e Vinci, che si ritrovano nel prestigioso impianto empolese dopo essersi già affrontate nella regular season del girone “D” di Lega Ama e nel raggruppamento della fase eliminatoria di questa stessa competizione. Precedenti che raccontano di un sostanziale equilibrio con due pareggi a reti bianche e una vittoria in favore dei giallorossi ‘leonardiani’ per 1-0.

Ma veniamo a questo confronto con il tecnico del Marcialla City, Lorenzo Anichini che deve fare a meno del portiere Corti e di capitan Giotti, entrambi infortunati. Il primo per un problema al menisco e il secondo per una frattura al piede. In campo i biancazzurri (in campo con una accattivante maglia a strisce orizzontali blu e celesti) si schierano quindi con un 4-3-1-2 che vede il giovanissimo Falciai (classe 2000) a difesa dei pali mentre la linea difensiva è composta da Ndoye a destra, Verdiani e Cecchi come coppia centrale e Marotta a sinistra. Nella zona nevralgica del campo agisce il veterano Branchi, supportato ai fianchi da Berti e Scali. Davanti Mori giostra sulla tre quarti alle spalle di Poli e Domenichelli, che parte molto spesso dal settore di destra.

Il Vinci di Marco Ammannati, in tribuna per squalifica e sostituito in panchina dal fedele vice Simone Borselli, risponde invece con 4-1-3-2. In porta Vancheri, alle spalle di Mazzeo e Penta “Chiellini” mentre Baldacci copre l’out destro e Torrigiani quello mancino. Manzi opera davanti alla retroguardia con Verdiani qualche metro davanti a lui spalleggiato a destra da Cerboni e a sinistra da Miraglia. “Tatoo” Cioli svaria poi alle spalle di Berni, in avanti.

La partita non tarda a decollare. Passano appena 4 minuti, infatti e una perfetta imbucata di Domenichelli sorprende sia Mazzeo che Penta, i quali si fanno infilare centralmente dal velocissimo Poli, il quale poi sull’uscita di Vancheri lo trafigge con un preciso tocco di piatto destro.  Il Vinci prova a rispondere subito ma Berni strozza troppo la conclusione all’altezza della lunetta e Falcia blocca a terra senza problemi. Dopo essere partito meglio il Marcialla, però, i ragazzi guidati in panchina dal “Mexicano” Borselli, sembrano prendergli le misure disinnescandogli soprattutto la profondità. I giallorossi crescono nel fraseggio e nel controllo del campo fino a trovare il pareggio. Siamo al 15′, infatti, quando Cioli calcia alla perfezione un corner dalla bandierina alla destra del portiere e Berni in piena area di rigore gira altrettanto ottimamente di testa nell’angolino alla sinistra di Falciai, che stavolta resta immobile.

Momento favorevole ai ‘leonardiani’, che al 19′ vanno vicinissimo al vantaggio con una punizione a girare di Penta “Chiellini”, sulla quale Falciai si fa però trovare pronto alla respinta. Sul proseguimento dell’azione, poi, Berni ha ancora la palla buona nel cuore degli ultimi sedici metri del Marcialla, ma viene fermato da una segnalazione di fuorigioco e, comunque, nell’occasione Falciai aveva ancora una volta chiuso ottimamente in uscita.

Passa un minuti e l’estremo difensore di mister Anichini si deve ripetere per frenare nuovamente la corsa di Berni, innescato da un bel lancio di Miraglia. Il Marcialla adesso stenta a farsi vedere pericolosamente dalle parti di Vancheri, chiamato in causa solo al 39′ su una conclusione non certo irresistibile di Scali, e allora la prima frazione si chiude con un’altra occasione per i vinciani: Berni accelerare sulla sinistra, salta un uomo, rientra verso il centro saltandone un altro e dal limite dell’area lascia partire un destro secco, ma non angolato e Falciai può respingere centralmente.

La ripresa si apre con un cambio del Marcialla: Naldini subentra a Maurizio Cecchi, ma il lait-motive della partita non cambia. Vinci maggiormente padrone del campo e Marcialla che stenta a ripartire in velocità come sarebbe nelle sue corde. Si arriva così al 53′ quando un lancio illuminante di Verdiani pesca “Tatoo” Cioli sul versante sinistro dell’area di rigore, esterno destro in corsa e palla sotto l’incrocio dei pali opposto per la gioia dei tanti sostenitori giallorossi in tribuna. #SORPASSOEFFETTUATO. A questo punto mister Anichini si gioca anche la carta dell’altro “Millenian” Giulio Buttitta mentre al 61′, dopo un consulto con Ammannati in tribuna, Borselli toglie Baldacci per inserire Rinaldi e in casa Marcialla Seghi rileva Mori. I pericoli, però, arrivano tutti dalle parti di Falcia, che al 58′ è bravissimo con un colpo di reni in arretramento ad alzare sopra la traversa un beffardo pallonetto del solito Cioli. Sugli sviluppi del corner, invece, il portiere biancazzurro esce male ma la difesa riesce a liberare.

L’occasionissima per pareggiare il Marcialla ce l’ha al 62′ quando sugli sviluppi di una palla ferma ancora Poli riesce a trovare lo spiraglio per concludere a rete a botta sicura da appena dentro l’area, ma un difensore del Vinci respinge nei pressi della linea di porta. Negli ultimi 6 minuti, poi, doppio cambio nel Marcialla: prima Giampiero Buttitta sostituisce Ndoye e poco dopo Bertini prende il posto di Marotta, mentre il Vinci risponde con Lorenzo La Vecchia che al 75′ subentra a Berni. Passano 4 minuti e proprio il numero 11 giallorosso chiude il conto: discesa sulla sinistra di Torrigiani, che arriva fin sul fondo e mette rasoterra al centro, Falciai in uscita bassa non ci arriva e alle sue spalle La Vecchia deposita comodamente in rete in scivolata. #APOTEOSIVINCIANA.

Il finale di gara, poi, è solamente la giusta passerella per altri protagonisti delle due squadre, che fanno il loro meritato ingresso in campo. Il risultato, infatti, non cambia più e dopo il triplice fischio finale la festa è tutta giallorossa con capitan Penta “Chiellini” che può alzare al cielo la COPPA PROMOZIONE AMATORI 2018-’19. Successo, ci sentiamo di dire, meritato per quanto espresso in campo da un Vinci capace di reagire alla batosta iniziale con la forza delle proprie idee. Onore comunque al Marcialla, che dopo essere partito a mille ha comunque giocato la propria onesta partita, peccando probabilmente soltanto un po’ di inesperienza e poca personalità. Cosa che si può concedere, comunque, a una squadra tra le più giovani dell’intero panorama del CALCIO MAGGIORE, arrivata per la prima volta a giocarsi un trofeo così importante in un palcoscenico alquanto prestigio, che può però farti tremare le gambe.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: