NEWS, SERIE A

ISOLA-CASA CULTURALE, VINCA IL MIGLIORE

SI APRINO LE PORTE DEL TEMPIO

Ci siamo. E’ arrivato il gran giorno della finalissima. Ottanta minuti, più eventuali calci di rigore, di grandi emozioni che alla fine ci consegneranno la nuova Regina del CALCIO MAGGIORE. Real Isola o Casa Culturale SMB, chi succederà alla Ferruzza? Come ogni anno la serata del “Carlo Castellani” di Empoli si aprirà con le sfide dei piccoli calciatori di quelle società del Circondario che nel corso della stagione hanno fatto attività con il Comitato di Via XI Febbraio ad Empoli. L’iniziativa è legata come sempre al progetto “Il Cuore si scoglie”, organizzato insieme ai Soci Coop – Sezione di Empoli, in favore dei bambini siriani. L’appuntamento più atteso da tutti gli appassionati di CALCIO MAGGIORE, però, è quello delle ore 21.45 quando ci sarà il fischio d’inizio dell’atto conclusivo. Una sfida che vede di fronte le due terze classificate dei due gironi di Serie A, l’Isola ha chiuso l'”A” dietro a Lazzeretto e Sesa con 34 punti mentre i giallorossi samminiatesi hanno conquistato 36 punti, 2 in meno del Gavena e 3 del Castelfiorentino nel “B”.

GRANDI ASSENTI TRA SQUALIFICHE E INFORTUNI

Per quanto riguarda le due formazioni sono due i top-player che non potranno scendere in campo per motivi diversi. Nel Real Isola l’ammonizione presa nel ritorno della semifinale contro la Ferruzza è purtroppo costata la squalifica a Marconcini, grande protagonista del centrocampo gialloblù. Oltre a lui, poi, mancheranno sempre per squalifica anche l’altro centrocampista Taddei e l’attaccante Kertusha. Torna a disposizione, dopo aver scontato 4 turni di stop rimediati dopo il ritorno dei play-off contro il Casotti, capitan Andrea Guardini che proprio sul prestigioso manto erboso empolese mise a segno il gol che nel 2017 regalò il 2° scudetto alla truppa del “General” Martini. Per ciò che concerne la Casa Culturale, invece, il grande assente è bomber Stefano Greco che non ha recuperato dall’infortunio al ginocchio rimediato nella semifinale di andata contro il Castelfiorentino. Torna a disposizione dopo il turno di squalifica scontato a Cerreto Guidi, invece, l’esterno mancino Vassallo.

ALCUNI NUMERI E CURIOSITA’

Con 22 vittorie nelle 30 partite disputate finora, tra campionato e fase finale, la Casa Culturale è la squadra che ha vinto di più mentre con appena 4 sconfitte il Real Isola è la squadra che delle due ha perso di meno. Gli isolani hanno subito anche meno reti (17 contro 19), mentre la Casa Culturale si è dimostrata più prolifica (59 gol fatti contro i 47 dei gialloblù). Per il Real Isola si tratta della terza finale dopo i due successi colti nel 2013 ai danni della Cdp Limite (3-1 il finale con Gianni Lami in panchina) e nel 2017 contro la Ferruzza (1-0 sotto la guida già di Pippo Martini), mentre la Casa Culturale di mister Matteoli si presenta nel suggestivo impianto empolese per la seconda volta consecutiva dopo il ko dello scorso anno contro la Ferruzza (2-1). Tanti i protagonisti giallorossi, quindi, che vorranno riscattare quell’esito, tra cui capitan Stefano Quaglierini, autore finora di 4 reti (3 su calcio di rigore) in queste Final Five. Nelle fila samminiatesi, però, spicca soprattutto il dato che contraddistingue Fausto Brotini: l’attuale difensore centrale giallorosso, infatti, è alla sesta finale in carriera dopo le 4 consecutive disputate col Piaggione (ha vinto quella del 2012 contro la Scalese) e quella della passata stagione giocata sempre con la maglia della Casa Culturale. Nel Real Isola, invece, sono soltanto due i giocatori presenti in tutte e tre le finali: si tratta del difensore Giuseppe Scalia e dell’attaccante Marco Cappellini.

IL CAMMINO NELLE FINAL FIVE

PLAY – OFF: Isola-Casotti 0-0 / 0-0 (4-3 d.c.r.) ; Casa Culturale-Corazzano 2-0 / 1-0

QUARTI: Gavena-Isola 1-0 / 0-1 (5-6 d.c.r.) ; Sesa-Casa Culturale 0-0 / 0-1

SEMIFINALI: Ferruzza-Isola 0-1 / 1-2 ; Castelfiorentino-Casa Culturale 0-1 / 2-4

PROBABILI FORMAZIONI

REAL ISOLA (4-4-2): Tani – Scherillo, Sardelli, Rossi, Castellacci – Lunardi, Baldasserini, Fornai, Gentile – Merola, Cappellini.

CASA CULTURALE (4-2-3-1): Bertini – Taddei, Brotini, Chiuchiolo, Bianchi – Regini, Ferrucci – Alimani, Quaglierini, Telloli – Denti.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: