NEWS

LA SERRA, Ci risiAmo

TORNA LA MASSIMA SERIE A LA SERRA E FESTEGGIA I 50 ANNI

Due stagione di “purgatorio” e il ritorno in serie A. La massima serie lasciata appunto 22 mesi fa e riconquistata dopo una bellissima cavalcata.

Un girone parogonabile davvero al purgatorio, uno dei più difficili che la serie cadetta abbia mai conosiuto. Nel quale corazzate come Casotti e Corazzano l’hanno fatta da padrone lasciando a disposizione ben poco. Ad un certo punto della stagione si é capito che vi erano solo due posti per la serie A e il campionato nel campionato se lo sono giocate altre compagini di livello assoluto.

Tra queste La Serra di mister Zanaboni che si é tolta la soddisfazione di tagliare il traguardo matematico battendo proprio la capolista schiacciasassi che ha dominato letteralmente la scena.

Una partenza ad handicap, i rossoverdi nelle prime quattro giornate collezionano solo tre punti, mentre i cugini di Corazzano fuggono. Ma questo forse è lo stimolo che  lacnia le ambizioni di Pocho & C. che arrivano a conquistare il meritato traguardo a 80 minuti dal termine della regular season e sprattutto dal derby contro il Corazzano. Derby che chiuderà la stagione e che permetterà ad entrambe le squadre di festeggiare e di darsi l’arrivederci nella categoria superiore.

Ed ecco le prime impressioni proprio del Pocho, Moreno Bodrini, bandiera  de La Serra:

Siamo contenti, è stato un bel campionato, sofferto e alla fine con il meritato successo da parte nostra. E’ vero siamo partiti lentamente e molto probabilmente perché abbiamo pagato il noviziato. La squadra per diversi undicesimi era nuova e per creare amalgama di gruppo e di gioco ci vuole sempre un po’ di tempo. Noi ce lo siamo presi e piano piano abbiamo costruito il nostro successo. Sono felicie perché abbiamo fatto anche un bel regalo di compleanno alla società che compie in questo 2019 proprio il suo cinquantesimo anniversario.

Sotto i riflettori della frazione samminiatese i ragazzi di Zanoboni giocano con il coltello tra i denti, la gara é troppo importante e la posta in palio decisamente di prioritario valore. Sicuramente il Casotti l’affronta con diverso spirito ma senza concedere nulla a nessuno.
Gazzarrini porta in vantaggio i suoi che però si vedono raggiungere da un rigore di Marocco nella ripresa. Dieci minuti più tardi ancora Gazzarrini trova il guizzo per mettere il sigillo definitivo sulla gara e sulla stagione straordinaria che i rossoverdi si sono concessi.

Straordinaria perché le avversarie sono di straordinario livello. Ora rimane un solo posto e le contendenti sono due, il Corniola Emmetex e il Boccaccio, con queslt’ultima favoritissima in quanto la squadra di Servi Fergusson ha clamorosamente perso in casa contro il Cortenuova.

Complimenti, allora  tutta la società, alla squadra, giocatori e dirigenti per il prestigiosissimo traguardo e per l’anniversario d’argento. Un ben ritornati nella massiam serie ed un grossissimo IN BOCCA AL LUPO  per il proseguo della stagione

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: