NEWS, SERIE A

GAVENA, POKER E VETTA CONQUISTATA

POSTICIPO 13a GIORNATA ANDATA

 

ROSSELLI 2 GAVENA 4
Doppio Ibra AC7, Passariello
Il tecnico del Rosselli, Alberto Banti: “E’ stata una partita dai due volti. Siamo partiti bene interpretando al meglio la gara e siamo passati subito in vantaggio con una grande conclusione da trenta metri di Ibra. Poi, abbiamo tenuto bene il campo e giocato alla pari fino al loro gol del pareggio, in cui abbiamo concesso troppo spazio al loro giocatore di controllare, prendere la mira e battere a rete. Ecco a quel punto, poi, c’è stato una sorta di black-out a livello mentale e caratteriale, in cui per tutto il resto del primo tempo siamo stati totalmente in balia dei nostri avversari. Abbiamo preso altri due gol in dieci minuti, identici al primo, mettendoci chiaramente del nostro con altrettanti errori di reparto. In avvio di ripresa, poi, abbiamo subito anche il quarto gol, ancora per un nostro grave errore al limite dell’area e per noi è stata la mazzata che ci ha definitivamente tagliato le gambe. I ragazzi hanno comunque trovato un po’ d’orgoglio per rimettersi a giocare. Sul 4-1 chiaramente loro hanno un po’ allentato l’attenzione e noi abbiamo avuto tre nitide occasioni per accorciare le distanze, ma le abbiamo sbagliato. Siamo comunque riusciti a trovare il secondo gol ancora con Ibra e a pochi minuti dalla fine avremmo segnato anche il 4-3 sempre con Ibra, ma stavolta la rete ci è stata annullata per un fuorigioco molto dubbio. Se convalidato avrebbe riaperto totalmente la partita regalandoci la possibilità di un forcing finale, ma così non è stato e la sfida è finita lì.  Per quella che è stata la prestazione in campo, però, niente da dire sulla vittoria del Gavena che ci è superiore e lo ha dimostrato anche in campo, ma resta un po’ di rammarico sia per il nostro inspiegabile calo dopo l’1-1 sia per alcuni episodi che non ci hanno certo favorito, come il fuorigioco alquanto dubbio fischiato a Pellegrino lanciato a rete che poteva valere il 2-2”.

Alessandro Paxia (Gavena)

“L’importante era vincere per chiudere questo girone di andata in testa, come mi aveva chiesto la società. Ci siamo riusciti e, nonostante un avvio difficile con l’immediato svantaggio, anche con una buona prova. Dopo il pareggio di settimana scorsa con i successivi strascichi, infatti, questo gol a freddo poteva complicare di molto le cose. Invece, i ragazzi sono stati bravi a rimettersi a giocare e a reagire subito, chiudendo il primo tempo avant per 3-1 e mettendo la ciliegina sulla torta in avvio di ripresa. Nel finale, poi, abbiamo preso anche il secondo gol ma per quanto visto in campo credo che la vittoria sia stata più che meritata. Per quello che mi riguarda sono soddisfatto di questi primi mesi: ero consapevole che quando prendo una squadra ho bisogno di tempo per far apprendere quelle che sono le mie idee, ma passo dopo passo vedo che la squadra sta rispondendo bene e, seppur con qualcosa da migliorare, riesce a portare a casa il risultato. Adesso, però, sfrutteremo questa sosta per lavorare tanto e farci trovare pronti il 5 gennaio alla ripresa del campionato, subito in un affascinante scontro diretto contro la Casa Culturale. A breve distanza, poi, sarà la volta anche del Castelfiorentino, quindi dovremmo davvero sfruttare questa sosta per ricaricare al meglio le batterie. E da adesso in poi, infatti, che conta davvero per arrivare al meglio nel momento decisivo della stagione. Purtroppo abbiamo chiuso questo 2018 con alcune defezioni importanti soprattutto a centrocampo vedi gli infortuni di Touray e Scannadinari, ma abbiamo inserito anche Holmes, che è un ragazzo di cui sentiremo parlare molto perché ha qualità, ma che deve ancora trovare la condizione migliore così come Bozzi, anche lui limitato da alcuni problemi fisici. Nella seconda parte di stagione ci aspettiamo il miglior Elia”.

 

 

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: