NEWS, SERIE A

CONTINUA LA RISALITA DEL ROSSELLI

In copertina Scalese e Capraia al centro del campo per il sorteggio del campo  (Foto Pisiu) 

9 GIORNATA ANDATA

CASA CULTURALE SMB FIBBIANA
Domani alle 21.15 a Pontedera

CASTELFIORENTINO 4 FERRARI ALLARMI 0
Mazzoni, Filidei, Fabione, The Coiffeur  
Il tecnico del Catelfiorentino, Andrea Fulignati: “Siamo stati bravi a rendere facile una partita con non lo era affatto. Sapevamo che loro, presentandosi con sole due sconfitte al passivo erano una squadra compatta e quadrata, ma quando i ragazzi riescono ad interpretare le partite nel modo giusto le qualità poi escono fuori. Stavolta, infatti, abbiamo disputato una prima mezz’ora di grande intensità ed anche con delle belle giocate, tanto che al 30′ vincevamo 3-0 e la partita era virtualmente chiusa. Nel vantaggio gran merito va alla splendida conclusione da fuori di Duccio Mazzoni, mentre in un occasione del raddoppio un colpo di testa di Filidei è stato toccato anche da un difensore prima di finire in porta. Infine, la terza rete è arrivata grazie al fiuto del gol di Bartolotti, che sotto misura a deviato in porta un tiro di Franchini. Nella ripresa, poi, abbiamo mantenuto un alto livello di attenzione e con una magistrale azione abbiamo trovato anche il poker: splendida verticalizzazione di Mitra per Boldescu, che di prima intenzione a messo al centro per l’appostato Benedettino che non ha dovuto fare altro che spingere in rete. Insomma, sono veramente soddisfatto per il ritmo e anche la qualità di gioco offerta, ma soprattutto per l’atteggiamento della squadra. Se riusciamo ad approcciare sempre le partite come questa volta, infatti, possiamo poi far valere tutte le nostre qualità”.

Massimiliano Berti (Ferrari Allarmi Limite)

“Sapevamo che era una trasferta difficile perché loro sono cinque spanne sopra a noi e, inoltre, volevamo salvaguardare alcune situazioni in vista della prossima gara con lo Strettoio che per noi sarà fondamentale in chiave salvezza. Forse, però, facendo così non abbiamo trasmesso il giusto spirito alla squadra e me ne prendo tutte le colpe. Infatti, nel primo tempo non siamo praticamente entrato in campo. Durante l’intervallo, nonostante la partita fosse ormai compromessa, abbiamo cercato di scuotere un po’ i ragazzi per evitare comunque la figuretta e siamo andati un po’ meglio. Il quarto gol, infatti, è arrivato solo negli ultimi dieci minuti. Adesso, però, archiviamo questa sfida e testa alla prossima che per noi sarà molto importante. Chiudere a 11 punti il girone di andata vincendo i prossimi due scontri diretti sarebbe un capolavoro per noi”.

ROSSELLI 4 LE COLLINE 0
Shera, Vanni, Maccari, Ricotta

Il tecnico del Rosselli, Alberto Banti: ” Secondo me è stata anche una bella partita. Da parte nostra cerchiamo di dare continuità agli ultimi risultati, ma al di là del risultato non è stato semplice perché Le Colline mi ha fatto una buona impressione e ha tutte le caratteristiche per giocarsela con tutti. Un successo importante per tutto l’ambiente, ma soprattutto per il morale dei ragazzi, che adesso giocano più sereni e tranquilli: c’è meno paura di sbagliare e più consapevolezza di fare. La prima frazione, tuttavia, è stata intensa e combattuta. Giocata più che altro a centrocampo, ma noi siamo stati bravi a sfruttare un’occasione con Shera, che ha recuperato palla alto, è entrato in area e a trafitto il portiere. Anche prima del gol, comunque, avevamo avuto un altro paio di chances. Nella ripresa, poi, la sfida è stata ugualmente equilibrata fino al nostro raddoppio di Vanni, abile ad insaccare di testa un traversone proveniente dalla fascia al termine di una bella azione manovrata. A quel punto Le Colline, squadre con tanti giovani che corrano e sono ben applicati, è calata e noi ne abbiamo approfittato per chiudere il conto con Maccari e Ricotta”.

Alessandro Lelli (Le Colline)

“E’ un momento un po’ così, dove anche la fortuna ci ha girato le spalle. Oggi abbiamo affrontato questo derby con diverse assenze soprattutto tra i pali dove Campani si deve operare al menisco e Matteo Caggiano non ce la fatta a recuperare dopo un’operazione ai denti. Tuttavia la gara è stata in bilico fino al 2-0. Il raddoppio, incassato nel nostro momento migliore quando eravamo riusciti anche a costruire due/tre occasioni, ci ha un po’ tagliato le gambe. In mezzo al campo probabilmente soffriamo un po’ l’assenza di Campinoti, che purtroppo ha chiuso la stagione per un problema al ginocchio, ma non c’è da arrabbiarsi o demoralizzarsi. E’ chiaro che in questo momento diventa un peso anche venire agli allenamenti, ma dobbiamo continuare per la nostra strada. D’altra parte il campionato è ancora lungo. Per quanto riguarda il Rosselli era prevedibile che prima o poi risalisse perché ha senza dubbio i giocatori e una intelaiatura che con la zona salvezza non centrano nulla”.

GAVENA 2 STRETTOIO PUB 0
Billy rig. La Rocca

Alessandro Paxia (Gavena)

“Un altro successo importante perché ci permette di allungare la nostra striscia positiva e perché lo abbiamo colto con diverse assenze, dando ancora una volta la prova che chi gioca entra sempre in campo con la giusta mentalità. Nella prima frazione non siamo andati benissimo, abbiamo giocato troppo sotto ritmo e abbiamo abbassato ben presto il livello di attenzione. Forse anche scossi un po’ da quello che è successo dopo appena cinque minuti a Scannadinari che è dovuto uscire per un infortunio al ginocchio. Spero davvero che non sia nulla di grave per il ragazzo perché ne ha già passate tante. Anzi, voglio fargli pubblicamente un bel in bocca al lupo. Tuttavia, abbiamo comunque costruito un paio di occasioni che non sono andate a buon fine. Nella ripresa, poi, sebbene non fossero al top ho giocato le carte Ciambotti e Passariello al posto di Salvadori e Rea. Abbiamo alzato i cilindri del motore e siamo andati vicini al vantaggio con Billy e Tiso. Poi, siamo riusciti a sbloccare il risultato con un calcio di rigore di Billy e subito dopo loro sono rimasti in dieci. L’arbtiro ha punito una presunta gomitata nel saltare di testa di un ragazzo che era appena entrato, ma onestamente non ho proprio visto e non sono in grado di giudicare. A quel punto, però, siamo stati bravi a chiuderla con La Rocca, altro giocatore che entra nel tabellino dei marcatori. Nel finale, però, abbiamo nuovamente abbassato un po’ la guardia ed abbiamo concesso un rigore, che Massaini è però riuscito a parare. Abbiamo anche avuto le occasioni per arrotondare il risultato con Ciambotti, Cellai e Passariello ma è stato bravissimo il loro portiere. Adesso testa alla gara di Coppa Toscana di mercoledì sperando di recuperare qualcuno degli infortunati”.

Alessandro Guidi (Strettoio Pub)

“Siamo arrivati a Gavena, per noi un campo storicamente ostico, alquanto rimaneggiati. Per questo e per il valore dell’avversario, avevamo impostato una gara di contenimento cercando di non concedergli spazi. E onestamente la squadra ha fatto anche bene. Abbiamo disputato un ottimo primo tempo, sempre sul pezzo. Non gli abbiamo praticamente concesso niente e con un paio di ripartenze abbiamo avuto anche un paio di opportunità.  Nella ripresa, poi, la gara è cambiata quando siamo andati sotto per un rigore, ingenuo ma netto visto che Matteo Baldi si è fatto prendere il tempo da Cellai sul lato corto dell’area di rigore, ma soprattutto con l’espulsione invece decisamente ingiusta di Giannini. Dispiace prima di tutto per il ragazzo, che rientrava oggi dopo un infortunio ed è semplicemente saltato a braccia un po’ larghe per proteggersi. Poi lascia chiaramente un po’ di amaro in bocca per la gestione complessiva degli episodi, visto che in più di una circostanza il cartellino giallo era stato risparmiato al Gavena. Subito dopo, poi, abbiamo preso anche il secondo gol concedendo quello che non avevamo concesso fino ad allora, un po’ di spazio a giocatori che se lo hanno a disposizione ti fanno inevitabilmente male. Nonostante l’inferiorità numerica, comunque, abbiamo avuto anche l’opportunità per riaprire la partita ma Maestrini si è fatto parare un calcio di rigore”.

 

CDP LIMITE 2 BOTTEGHE 0
LL, Pucciarelli

Dario Salvini (Cdp Limite)

“Non è stata una partita entusiasmante da parte nostra e voglio fare davvero i complimenti alle Botteghe perché sono venute a fare la loro valida partita. Tra l’altro ho visto dei giocatori, in particolare uno, che farebbero davvero comodo a molte altre squadre. Tornando alla partita loro hanno sofferto un po’ la fisicità dei nostri attaccanti perché quando siamo ripartiti siamo quasi sempre stati pericolosi. Non abbiamo avuto molte occasioni, a parte una splendida punizione di Lorenzo Larini respinta ottimamente dal loro portiere, ma siamo ugualmente riusciti a sbloccare il risultato sull’asse dei fratelli Larini: scatto in profondità e palla subito in mezzo di Lorenzo per l’accorrente Edoardo, che non ha sbagliato. Nella ripresa, invece, siamo andati meglio ma ci continua a mancare un po’ di concretezza al momento di finalizzare. Prima Lorenzo e poi Edoardo hanno infatti fallito un paio di ottime chances. Alla fine, però, su un loro errore in uscita il Puccia è stato bravo a pressare alto, recuperare palla e infilare il raddoppio. A quel punto ho tolto Edoardo e ho messo Fontani, appena rientrato da una settimana di ferie ed abbiamo gestito abbastanza bene anche se negli ultimi minuti ci hanno un po’ chiuso nella nostra metà, senza comunque creare grossi pericoli.

Maurizio Buti (Botteghe)

Abbiamo commesso due errori e ci hanno castigato. D’altra parte si sa, con queste squadre qui non ti puoi permettere di sbagliare perché alla prima sbavatura di puniscono subito. Tuttavia per quanto riguarda la prestazione sono abbastanza contento dei ragazzi perché hanno comunque fatto una buona partita. La sconfitta, comunque, non cambia quello che dovrà essere il nostro campionato.ò Adesso, invece, guardiamo subito avanti alla prossima sfida sperando magari di recuperare anche qualche infortunato che in questo momento ci sta costringendo a presentarci ogni volta non al top. In ogni modo tutti i ragazzi che vengono chiamati in causa danno sempre il massimo e il gruppo ha dimostrato di essere unito e compatto.

SCALESE 0 F.C. CAPRAIA 0

 

Dario Picchi (Scalese)

“Oggi non posso veramente rimproverare niente alla squadra. I ragazzi hanno infatti fatto la partita che avevamo preparato e stavolta, veramente è mancato soltanto il gol. E’ vero che anche oggi in diverse occasioni è stato bravo il loro portiere e in un paio di circostanza poteva gestire la situazione con maggior lucidità, ma è anche è vero che in questo momento ci manca anche un pizzico di fortuna. Tra primo e secondo tempo ho contato almeno 12 occasioni da gol. Chiaramente non tutte costruite, qualcuna anche fortuita, ma è segno che la squadra dal punto di vista del gioco ha fatto quello che doveva fare. E onestamente adesso è qualche partita che stiamo andando bene, purtroppo come sottolineano i numeri, stiamo segnando poco. Alla fine, infatti, se togliamo i 3 gol presi all’esordio con la Cdp Limite, di reti ne subiamo poche. Il problema è magari che al primo tiro concesso finora prendevamo gol e per farne uno a noi ci vogliamo moltissime occasioni. Peccato perché per i ragazzi è difficile assimilare un pareggio come questo, ma dobbiamo continuare a lavorare perché la strada e quella giusta e sono sicuro che basterà trovare un po’ di fortuna per sbloccarci anche sotto porta.

Il DAU dell’F.C. Capraia, Massimiliano Simoncini: “Oggi purtroppo non ho potuto seguire i ragazzi perché impegnato a lavoro, ma per quello che mi hanno raccontato ai punti probabilmente avrebbe meritato qualcosa in più la Scalese. D’altra parte il valore di questa squadra non lo scopriamo certo noi e infatti ci aspettavamo una squadra quadrata a cui è difficile fare gol. Comunque i ragazzi hanno tenuto bene il campo sapendo soffrire e arrivare comunque vicini alla segnatura nei momenti finali con un contropiede di Morelli. Per noi è senz’altro un pareggio prezioso. Infatti se all’inizio dell’anno mi avessero detto che a questo punto della stagione avremmo avuto 8 punti ci avrei messo due firme. Adesso, però, testa alle prossime gare contro Fibbiana e Le Colline che per noi sono due scontri diretti in chiave salvezza. Poi vediamo quello che viene nelle ultime due prima della sosta contro Cdp Limite e Castelfiorentino, che saranno altri due match molto difficili.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: