In copertina una panoramica di Capraia-Gavena (Foto Pep) 

7A GIORNATA ANDATA

CASA CULTURALE SMB FERRARI ALLARMI
Domani alle 21.15 a Cerreto Guidi

CASTELFIORENTINO SCALESE
Domani alle 21.30 al sussidiario di Castelfiorentino

STRETTOIO PUB 1 4 MORI 0
Baldi

Alessandro “Mister Drive” Guidi (Strettoio Pub)

E’ arrivata la seconda vittoria stagionale, ancora una volta in casa a testimonianza che questo calendario non ci ha certo favorito visto che abbiamo giocando quasi sempre in trasferta. Onestamente secondo me c’è qualcosa da rivedere. Per quanto riguarda il match per noi era facile perché perderlo sarebbe significato complicare ulteriormente la nostra stagione. Nonostante le gambe tremassero un po’, però, i ragazzi si sono dimo0strati più propositivi anche se la prima frazione alla fine è stata sostanzialmente equilibrata. Loro hanno avuto un’occasione con Zappia e noi una colossale con Martini a porta praticamente sguarnita, su grande assist di Baldi. Oggi l’ho schierato nel ruolo di trequartista è per noi è stato fondamentale sia per recuperare palloni sulla trequarti sia per attaccare la profondità o servire i tagli dei compagni. Nella ripresa, poi, abbiamo provato ad accelerare un po’ costruendo altre due occasioni con Guideri e una con Baldi, che poi in mischia è riuscito a trovare il vantaggio con un tiro sporco che si è insaccato a pallonetto. A quel punto, poi, abbiamo gestito bene sfiorando anche il raddoppio con un paio di ottime ripartenze. Complimenti al 4 Mori, però, perché oltre a lottare su ogni pallone come sempre si sono dimostrati anche smaliziati e bravi a sfruttare ogni piccola situazione.

E’ stata una gara sostanzialmente equilibrata, in cui però abbiamo disputato un grandissimo primo tempo. I ragazzi hanno interpretato bene la gara e avremmo anche potuto tornare negli spogliatoi in vantaggio, ma purtroppo non siamo riusciti a concretizzare tre buone chances con Zappia, Scardigli e Di Canio. Anche loro, comunque, hanno avuto un paio di opportunità. Se nel primo tempo il risultato sembrava si potesse sbloccare da un momento all’altro, nella ripresa invece la partita si è un po’ spenta e il risultato sembrava incanalato verso lo 0-0. Poi, invece, è arrivata questa mischia in area, in cui non siamo stati bravi ad allontanarla ma anche molto sfortunati perché l’autore del gol ha colpito praticamente di stinco imprimendo alla sfera una traiettoria stranissima. Di sicuro, per il momento siamo in credito con la Fortuna. Dopo l’1-0, però, noi s’è perso un po’ di lucidità e loro si sono difesi bene con ordine. Peccato perché anche alla luce degli altri risultati un punto sarebbe stato importante. Comunque, dal punto di vista della prestazione non abbiamo assolutamente demeritato e continuiamo per la nostra strada.

F.C. CAPRAIA 0 GAVENA 3
AC7, Scannadinari, Cellai
Il DAU dell’F.C. Capraia, Massimiliano Simoncini: “Sapevamo che anche oggi sarebbe stata una partita molto difficile come la precedente contro la Casa Culturale, ma per la prima mezzora abbiamo retto abbastanza bene. Poi, purtroppo c’è stato un piccolo black-out ed abbiamo incassato due reti nel giro di pochi minuti. Nonostante il doppio svantaggio, comunque, i ragazzi anche nella ripresa hanno giocato la loro partita rendendosi pure seriamente pericolosi almeno in due circostanze con Morelli. In entrambi i casi, però, è stato bravo il loro portiere ad opporsi di posizione con i piedi. Nonostante il ko, avevamo già messo in preventivo ad inizio anno che queste due settimane potevano chiudersi con zero punti, noi continuiamo per la nostra strada che è quella di cercare di arrivare alla salvezza. Adesso, abbiamo di fronte la sosta quindi ne approfitteremo per tirare un po’ il fiato e ricaricare bene le batterie per la partita successiva.

Alessandro “Euro” Paxia (Gavena)

Era una partita che temevo sia per il loro entusiasmo, sia perché in casa sono sempre pericolosi oltre naturalmente alle disastrose condizioni del terreno di gioco che inevitabilmente avrebbero penalizzato una squadra come noi che predilige il gioco a terra. E anche l’approccio, per la verità, dei miei ragazzi non mi è piaciuto punto. Per circa mezz’ora, infatti, non siamo riusciti ad essere incisivi come dobbiamo essere. Poi, per fortuna, Ciambotti si è inventando un gran gol ed ha sbloccato il risultato. A quel punto, siamo stati bravi ad accelerare e trovare subito il raddoppio con una gran giocata di Billy per Scannadinari. Nonostante il doppio vantaggio, comunque, al termine del primo tempo non ero certo contento perché dobbiamo dare di più. La cosa positiva è che segniamo con tanti giocatori diversi e questo mi fa piacere perché nell’idea di calcio che ho io, tutti devono partecipare alla manovra ed avere possibilità di arrivare nei pressi della porta. Nella ripresa, invece, abbiamo approcciato diversamente e sdiamo andati molto meglio chiudendo il conto con una bella punizione di Cellai. Abbiamo anche rischiato in un paio di circostanze, quando avevamo fuori Paganelli, ed è stato bravo Calorini a compiere due ottimi interventi. Alla fine, quindi, bene i 2 punti perché ci permettono di dare continuità ma dobbiamo ancora lavorare su diverse cosette.

FIBBIANA 1 CDP LIMITE 1
D’Ettole The Mask
Il DAU del Fibbiana, Gianluca “Topo” Pelagotti: “Anche oggi ci mangiamo le mani perché nel finale avevamo avuto anche l’occasione di vincerla, come già capitato la settimana scorsa col Ferrari Allarmi. Comunque, la squadra c’è e anche oggi lo ha dimostrato. Quindi prendiamo questo punto e guardiamo con fiducia al futuro perché ancora forse non lo sappiamo nemmeno noi il vero valore di questa squadra. Tornando alla partita, abbiamo disputato un primo tempo sprint in cui potevamo anche essere passati in vantaggio con un velenoso diagonale di Cerrato, che il loro portiere è però stato bravo a deviare. Nella ripresa, invece, per un quarto d’ora hanno giocato meglio loro trovando anche il vantaggio. I ragazzi, però, non si sono persi d’animo e siamo riusciti a riprenderla con il gol del nuovo arrivato D’Ettole. Un ragazzo che è fermo da un po’ di tempo, ma che ha movimenti e colpi molto interessanti. Proprio lui ha avuto poco dopo la palla del successo, ma su un traversone in area non è riuscito a coordinarsi a dovere e a calciato male al volo. Adesso, però, dobbiamo concentrarci subito sulla prossima partita dove affronteremo le Botteghe, in uno scontro diretto che dovremo cercare di vincere

Dario Salvini (Cdp Limite)

Torniamo a casa con un po’ di amaro in bocca per le troppe occasioni sprecate, che avrebbero potuto chiudere la partita. Il primo tempo, purtroppo, glielo abbiamo regalato ma mi assumo io tutte le responsabilità. Viste alcune situazioni contingenti, infatti, ho deciso di cambiare modulo con qualche giocatore che probabilmente non era nemmeno esattamente nel proprio ruolo. Loro ci sono stati superiori a centrocampo, dove hanno scambiato bene ma a livello di azioni pericolose non ne hanno comunque create. Nella ripresa, poi, siamo tornati al nostro consueto 4-2-3-1 e le cose sono andate decisamente meglio. A questo punto, però, subentra la scarsa concretezza sotto porta. Avremmo infatti potuto segnare prima del vantaggio di Fontani su punizione, che purtroppo ora perderò per due settimane per impegni personali, e soprattutto dopo quando per esempio Pucciarelli si è divorato un gol già fatto. Nel finale, poi, è arrivato questo pallone che si è impennato in area su cui ci siamo fatti sorprendere. Al di là del fatto che mi sarebbe piaciuto arrivare con un altro risultato allo scontro di settimana prossima col Gavena, devo fare i complimenti al Fibbiana perché mi è davvero piaciuto sotto tutti gli aspetti. Da parte nostra, invece, mi piace sottolineare la bellissima prestazione di Stivè sulla sinistra.

ROSSELLI 1 BOTTEGHE 0
Gronchi rig.

 

Il tecnico del Rosselli, Alberto Banti: “Finalmente abbiamo trovato la prima vittoria, al termine di una partita maschia e comunque ben giocata da entrambe le formazioni. Stavolta a decidere è stato un episodio a nostro favore, dopo che finora ci avevano quasi sempre girato contro. Quello che mi è piaciuto di più, comunque, è stato lo spirito di squadra e la voglia di portare a casa questo risultato. Come purtroppo già accaduto diverse volte, anche oggi eravamo in difficoltà numerica visto che eravamo solo undici arruolabili. Anche chi non poteva giocare, però, è venuto in panchina a sostenere i compagni e in campo tutti si sono dati una mano dal primo all’ultimo minuto, giocando da squadra. Sono stai compatti e coesi impegnandosi fino alla fine. Insomma, abbiamo saputo fare di necessità virtù. Ecco, ed è proprio con la forza del gruppo che dobbiamo continuare su questa strada. Speriamo di che questo successo abbia aperto anche il nostro campionato. Complimenti, comunque, alle Botteghe che hanno disputato davvero una bella gara.

Maurizio “Kimbo” Buti (Botteghe)

C’è tanta amarezza per come abbiamo perso questa gara. Nell’episodio decisivo del rigore, infatti, non solo è stato punito un fallo decisamente discutibile ma che per giunta era avvenuto fuori area. Peccato perché sarebbe stata una partita da 0-0 e il punto ce lo saremmo meritato decisamente. Tra l’alto nell’occasione del rigore, avvenuto a 8′ dalla fine, siamo rimasti anche in dieci e a quel punto si è fatta davvero dura provare a recuperare. Alla squadra, comunque, non è niente da dire perché anche oggi ha offerto la consueta prova gagliarda, lottando su ogni pallone e concedendo veramente poco ai nostri avversari. Ci è mancato semmai un pizzico di lucidità in più sotto misura, quando nella ripresa abbiamo sprecato tre occasioni a pochi metri di distanza dalla porta.