CORNIOLA EMMETEX – CASOTTI PIEVE A RIPOLI 3-0 (Rossi 2, Berni)

Con la doppietta al Casotti, Rossi é il nuovo capocannoniere del girone, scavalcati proprio Falaschi e Riccioni, avversari di turno nell’anticipo

E’ un Corniola ad Alta Velocità quello che stende il Casotti Pieve a Ripoli nell’anticipo della 7a giornata della serie cadetta.

Una gara perfetta sotto tutti gli aspetti ha permesso alla squadra di Servi Fergusson di vincere meritatamente contro un avversario dal grande blasone e dalle note ambizioni. I cerretesi si presentano nell’empolese con l’organico al completo, unica assenza quella di Salvadori. L’ Emmetex risponde con la sua schiera di giovani e sin dalle prime battute i padroni di casa manifestano e palesano una condizione, soprattutto mentale, eccellente.

Velocità e sprattutto inteligenza tattica le armi che hanno permesso a Berni & C. di avere la meglio rispetto agli avversari. Grande ripsetto degli avversari ma anche un attegiamento auterevole che ha permesso ala squdra di Servi di esibirsi con disinvoltura, concretezza e divertimento. E al divertimento hanno assistito anche i tifosi che si sono goduti le tre perle che hanno steso il Casotti.

La prima frazione di gioco si é chiusa con il doppio vantaggio per i padroni di casa. E’ IBRA Rossi a firmare la doppietta. Il primo sigillo l’aitante attaccante corniolese, alla sua prima stagione con l’Emmetex, lo mette a segno grazie ad una delle tante azioni che ha visto il Corniola pressare e rubare palla sulla trequarti avversaria. In questa circostanza Rossi si trova al cospetto del bravissimo Vigerelli e con un tocco sotto lo beffa rendendo vano il suo intervento.

Il raddoppio é un capolavoro. Uno schema riprovato in allenamento su palla lunga costringe i giocatori del Casotti a commettere fallo a circa 25 metri dalla linea di porta. La punizione affidata al solito bomber diventa fatale. La sfera calciata dall’attaccante con potenza e soprattutto precisione va ad infilarsi sotto l’incrocio dei pali dove il bravissimo Vigerelli non può fare altro che osservare la bellezza dell’esecuzione. DUEAZEROETUTTINEGLISPOGLIATOI

Il conto i corniolesi lo chiudono nella ripresa. Gli spazi a disposizione aumentano e con freddezza e cinismo Berni sfrutta l’ennesima circostanza favorevole. Il capitano é abile a slatare due uomini e a presentarsi davanti al portiere per poi beffarlo con un tocco che va a lambire il primo palo mentre fa ingresso nella porta. Santini, decisamente uno dei migliori in campo colpisce anche una traversa.

Prima del 3 a 0 Banchi sciupa clamorosamente l’occasione per accorciare le distanze e solo davanti al portiere, il “Mexicano” non riesce ad essere concreto come al solito.

Triplice fischio e doccia prima dell interviste di rito con i due tecnici:

Servi Fergusson:

Gara perfetta da parte dei miei ragazzi. Siamo andati oltre le aspettative, abbiamo interpretato la nostra parte come dovevamo e abbiamo meritato ampiamente questa vittorio. Non abbiamo rischiato nulla, sapevamo della forza di questi avversari e ci diamo preparati e soprattutto concentrati perché eravamo cnsapevoli che ilminimo errore commesso il Casotti non ce lo avrebbe perdonato. Sono contento perché questo é un gruppo di giovani che sta crescendo e questo aspetto é più importante dei due punti.

Daniele Matarrese:

Abbiamo visto il Corniola giocare, correre e vincere. Forse eravamo un po’ stanchi, carichi di lavoro e poco reattivi. Di preciso quello che é successo non lo so, sta di fatto che il Corniola ha meritato questa vittoria