E come ogni venerdì, la Sesa di Moreno Gaini ha la possibilità di passare qualche ora nel posto più alto della graduatoria. In quel di Monteboro lo squadrone del Montalbano  ospita i ragazzi de La Fortuna, allenata da Alessio Del Bravo.

Uno dei migliori attacchi e miglior difesa contro uno dei peggiori attacchi e peggior difese. Uno scontro di quelli che sulla carta si definirebbero scontati, ma che nello stesso tempo nascondono tante insidie, specie per chi parte con i favori dei pronostici. Ad incorniciare il verde e sintetico manto di gioco vi sono circa 80 spettatori e la direzione di gara é affidata al sig. Barbieri che si avvale della preziosa collaborazione dell’internazionale Cei e Federico Cannizzaro.

E le insidie per la Sesa simaterializzano dopo 20 minuti quanto Parrini di testa spizza di quel tanto la sfera per ingannare Simone Viti con un pallonetto fatale.
V A N T A G G I O  F O R T U N A
Il parziale é però destinato a cambiare da li a poco. Cioni viene contrastato irregolrmente in area avversaria e il direttore di gara ordina il penalty. Pippo Nazionale Squarcini si presenta all’appuntamento con l’efficacia di sempre e rimette in equilibrio il risultato. UNOAUNAMONTEBORO.

Si arriva al 40° con le due sqadre che ragiungono gli spogliatoi sull’1 a 1.
La ripresa é scoppiettante sin dai primi minuti e al 10 i padroni di casa ribaltano la situazione. Un grande Pisano Capriotti, tornato ormai quello del Pallone d’Oro, riceve palla al limite, spalle alla porta, si gira condestrezza e incorocia con il suo magico sinistro andando ad indirizzare la raccomandata A.R. nell’angolino lontano a fil di palo.

Non si fa in tempo ad esultare in casa Sesa che il risultato torna ancora una volta in parità. E’ Piccini che ristabilisce l’equilibrio qualche secondo dopo. Il centrocampista appostato a pochi centimetri dalla linea di porta approfitta di una conclusione non del tutto pulita di Parrini e spedisce in fondo al sacco a Viti ormai fuori causa.

Non ci stanno i padroni di casa e si riportano con vigore in avanti fino a trovare il gol del vantaggio- Questa volta ci pensa Cosmin Turcu a mettere la sfera alle spalle di Guardini, il possente centravanti rumeno con un tocco morbido e con la pressione alle spalle di un difensore sfrutta nel migliore dei modi una palla filtrante deliziosamente messa a disposizione da Cioni in serata di grazia.

Finisce dopo 4 minuti di recupero con i due tecnici che commentano in sala stampa.

Moreno Gaini:

Bella gara, giocata in velocità e anche maschia. Abbiamo incontrato un avversario di tutto rispetto che ha dimostrato per l’ennesima volta che quello zero in classifica é assolutamente bugiardo. Del resto La Fortuna ha incontrato fino ad ora le big del girone e nonostante tutto ha sempre dimostrato e palesato un buon calcio. Noi l’abbiamo vinta grazie ad un giocata di Cosmin e poi devo dire che i cambi che ho fatto sono stati tutti di livello. La nostra rosa ci garantisce un discreto turn over durante gli ottanta minuti. Siamo stati bravi a non farci prendere dalla foga quando abbiamo preso gole e siamo stati altrettanto bravi ad amministrare il vantaggio finale.

Alessio Del Bravo:

Che dire, abbiamo zero punti dopo l’ennesima prova positiva. I complimenti fanno piacere ma ne farei anche a meno in cambio di qulache punto. Stasera abbiamo disputato la migliore gara fino a questa giornata. Lo abbiamo fatto contro una Signora squadra come la Sesa, siamo stati disciplinati, abbiamo corso con grinta e abbiamo espresso un buon calcio. Sono soddisfatto perché questo mi fa ben sperare nel futuro.