CERBAIE – LAZZERTTO 1-4 (L. Bartoli/Mucciaccito 2, Biserni, Ndoka)

Esordio con i fiocchi per il Lazzeretto del Ragno Guazzini in campionato. I biancorossi in terra stabbiese si presentano calando subito un delizioso ed importantissimo poker ai danni di una direttissima concorrente. Contro Le Cerbaie infatti il team di capitan Fabbri ottiene il successo sotto i riflettori e al cospetto di un nutrito pubblico, circa 60 le presenze al Nocciolo Stadium, tra cui Alano Galligani, Minga, Foffo Polimeni e Sascia Senesi in veste di osservatore ferruzzino.

Gli ospiti rompono gli equilibri della gara quasi allo scadere ma lo fanno con un uno-due che mette in ginocchio la squadra di Massimo Lucherini che in sala stampa a fine gara commenta in questo modo:

Partita un po’ strana perché fino al gol del vantaggio del Lazzeretto c’era equilibrio in campo. Poi con quella doppietta ci hanno tagliato le gambe. Sono una gran bella squadra e hanno vinto meritatamente. Peccato che metà dei gol che hanno fatto sono stati frutto di nostri regali e  a queste squadre non é assolutamente possibile concedere nulla.

In effetti la gara si sblocca dopo un periodo di sostanziale equilibrio e ci pensa Mucciaccito a far brillare i led del tabellone elettronico dello stadio cerretese. Il suo primo sigillo trova la complicità di Atzori e Bertolacci, quest’ultimo a difesa dei pali, non si intende con il compagno di reparto e alla fine la classica palla vagante in mezzo all’area diventa preda dell’avvoltoio di turno che ne approfitta e insacca.
Qualche minuto dopo però lo stesso bomber biancorosso si rende autore di una giocata degna del suo nome: il centravanti del Lazzeretto come ha descritto il nostro inviato Mou Cammilli realizza un gol di pregevole fattura. Palla profonda sulla destra, Mucciacitto entra in area controllando la sfera con il piede destro e calciando poi di sinistro in diagonale. La traiettoria é di sublime visione, il cuoio percorre indisturbato tutta la strada fino ad infilarsi sotto il sette alla destra dell’estremo difensore. APPLAUSI E ZERODUELAZZERETTO.

La gara finisce in pratica ad inizio ripresa quando Biserni, grazie anche ad una deviazione trova il terzo gol al quale risponderà Lorenzo Bartoli accorciando le distanze dopo aver ricevuto un assist da Tonioni. L’attaccante nella circostanza é bravo ad anticipare Lelli e a concludere a rete.
L’ultimo sigillo invece porta la firma di Ndoka che fissa il risltato sull’1 a 4.

Anche il Ragno Guazzini a fine gara:

Gara equilibrata per i primi venti minuti. Loro hanno cercato con insistenza Mercuri con lanci in profondità e noi siamo stati bravi ad arginare questo tipo di iniziativa. Poi siamo venuti fuori, siamo stati bravi a concretizzare le occasoni che ci sono capitate e la abbiamo blindata già nel primo tempo. Credo che sia una vittoria meritata, i ragazzi sono stati davvero tutti bravi, abbiamo fatto quello che ci eravamo preposti di fare e sono contento che questa vittoria l’abbiamo ottenuta contro una bella squadra.

CASTELNUOVO – FERRUZZA 0-0

A Corazzano non ci sono i 40 gradi della scorsa settimana, quando sia Ferruzza che Castelnuovo hanno affrontato le loro gare di esordio nel primo pomeriggio. Questo ha comportato ritmi diversi, velocità diverse e contatti diversi. Gara vibrante, giocata con la solita carica agonistica da entrambe le compagini ma che non ha prodotto segnature.

I campioni in carica della Ferruzza ci sono andati vicino in diverse occasioni ma andare vicino non basta e alla fine le due squadre si sono divise la posta. E parte del punto conquistato contro la squadra del Loco Parentini é merito dell’estremo difensore castellano, Desideri che si é reso autore di almeno tre interventi di pregevole fattura e in particolare uno di questi, allo scadere, dove appunto il portiere dei padroni di casa con un colpo di reni ha tolto la palla del vantaggio ospite dalla propria porta.

La cronaca ci dice che Bertini ci ha provato due volte nel primo tempo e qui Desideri ha cominciato il suo show. Il portiere si é messo in evidenza anche su una conclusione di Campobasso e come detto allo scadere, sempre su Bertini, ha compiuto l’intervento che é valso quanto un gol. Nel frattempo Bertini e Benvenuti avevano colpito una volta a testa la trasversale mentre l’azione, forse l’unica che ha visto protagonisti i padroni di casa, porta la firma di De Iannuaris ad inizio match. L’attaccante del Castelnuovo da 40 ha provato un pallonetto che ha sorvolato di poco la traversa della porta difesa da Divita.

A fine gara abbiamo ascoltato mister Gambassi, contento a metà:

Il pareggio con la Ferruzza é da considerarsi un’impresa a tutti gli effetti. Portare via un punto ad una squadra come questa é davvero difficile e per questo sono soddisfatto. Non sono affatto contento del comportamento dei miei giocatori che in maniera ingenua si sono fatti buttare fuori dal campo, De Iannuaris prima, addirittura dalla panchina e Capitani per un doppio giallo evitabilissimo. Non ce lo possiamo permettere.

Infine anche il Loco Parentini ha commentato questo pareggio:

Le partite si vincono se si fa gol, almeno uno più degli avversari. Se questo non accade si rischia di fare solo discorsi. Gara da parte nostra interpretata come si deve, siamo stati in grado di produrre anche buona qualità e poi quando trovi un portiere che ti nega in questo modo la gioia del gol non puoi fare altro che fargli i complimenti. Se li é meritati tutti, BRAVO!