Nella foto in copertina da sinistra Bartoli, Salvadori e Di Vilio in posa con la maglia del Le Cerbaie

I BIANCAZZURRI VOGLIONO TORNARE PROTAGONISTI

Ciro D’Auria, difensore arrivato dal Ponzano

Qualche nome era uscito dagli spifferi delle stanze del MERCATO MAGGIORE, ma molte operazioni sono state abilmente portate a termine sotto traccia come solo il diesse Alessandro “Nocciolo” Goretti. Così nel giorno della presentazione del nuovo Le Cerbaie ecco ben 8 volti nuovi in vista del prossimo campionato di serie A, dove la truppa di Stabbia cercherà in tutti i modi di centrare quelle “Final Five” sfumate nella scorsa stagione. Un annata che ha comunque visto gli uomini di mister Massimo Lucherini, confermatissimo in panchina anche per il 2018-’19, arriva al TEMPIO, il “Castellani” di Empoli per giocarsi la Coppa Uisp contro il Lazzeretto. Esito amaro anche in questa circostanza, visto che alla fine hanno festeggiato i biancorossi di Via Bartali dopo i calci di rigore.

Proprio da lì, però, con la conferma dello ‘zoccolo duro’ di quest’ultimo campionato, è ripartita la società biancazzurra per allestire una rosa competitiva in grado di regalare nuove soddisfazioni ai propri tifosi. Ed effettivamente gli 8 innesti sono tutti degli assoluti top-player, molti di loro già molto conosciuti perché provenienti da altre formazioni del nostro CALCIO MAGGIORE, altri che avremo invece il piacere di conoscere strada facendo.

Maikol Castellacci posa con la maglia del Le Cerbaie

La porta è stata ulteriormente blindata con l’arrivo del giovane classe ’98 Gabriele Cesetti, estremo difensore con un passato a Signa in Eccellenza Figc oltre che un’esperienza al Livorno. Per quanto riguarda il pacchetto arretrato, invece, “Nocciolo” è andato a pescare dal Ponzano Ecolstudio. Nell’estate in cui l’ormai ex “diesse dei diesse” Matteo Bargellini si è visto soffiare una miriade di giocatori, dai gialloneri è infatti arrivato Ciro D’Auria, ex Hair Buster. Dal Cerbaia di Lamporecchio, che ha deciso di non iscriversi al prossimo campionato di 2ª Categoria (dopo la retrocessione ai play-out dalla Prima) per partecipare a quello di Terza, è invece arrivato Niccolò Di Vilio. Un esterno basso classe ’95 che può portare sicuramente esperienza, oltre che una buona dose di vivacità e spinta lungo l’out.

Sempre dal Ponzano Ecolstudio, poi, è arrivato anche il fratello di Ciro, Gaetano D’Auria, che va quindi ad infoltire la classe e la fisicità sulla mediana del Le Cerbaie. Zona nevralgica del campo, che potrà contare anche sul dinamismo di un jolly come Kevin Salvadori, altro ex Ponzano ma reduci da un’ottima stagione con il Vitolini. Direttamente dal calcio minore, poi, ecco Maikol Castellacci, altra pedina che unisce con grande efficacia le due fasi di gioco (sia quella di non possesso che quella di manovra). A dettare i tempi e snocciolare le geometrie ci sarà invece uno dei più conosciuti centrocampisti del CALCIO MAGGIORE. Già campione regionale e tricolore con la Nazionale, pilastro prima della mediana del Real Isola e poi di quella della Sesa… Gianluca “Xavi” Bartoli.

Andrea Mercuri, ex attaccante del Lazzeretto

Chiudiamo, poi, con l’attacco dove “Nocciolo” è andato ad inserire un giocatore di assoluto livello che in pochi mesi è passato da avversario a compagno di squadra. Stiamo parlando di Andrea Mercuri. Elegante nelle movenze e dotato di ottima visione di gioco, oltre ad una buona vena realizzativa, l’ex attaccante del Lazzeretto sembra avere proprio quelle caratteristiche che sono mancato al reparto offensivo biancazzurro nell’ultima stagione.

Insomma, ad un paio di mesi dall’inizio del campionato Lucherini si trova tra le mani una bella fuoriserie che adesso avrà il compito di guidare con tutta la sagacia e maestria di cui dispone, per pennellare le insidioso curve di una lunga stagione che al “Nocciolo” Stadium di Stabbia si augurano possa aver ben altro epilogo rispetto a quella che ci siamo lasciati da poco alle spalle.