In copertina i giocatori del Gavena festeggiano dopo la vittoriosa finale (Foti S.A. Calcio Italia)

GAVENA COME LA FERRUZZA: IL DOBLETE E’ SERVITO

Il Gavena nella giornata inaugurale

In campionato ha dovuto arrendersi alla Casa Culturale in semifinale, ma la stagione del Gavena si è comunque conclusa con due trofei in bacheca. Alla Coppa Toscana alzata a Lamporecchio, dopo aver superato ai rigori i pistoiesi del Le Querci, ha infatti fatto seguito la Coppa Italia conquistata ieri sul centrale di Montecatini. Un trionfo legittimato da numeri pazzeschi: 4 vittorie in altrettante gare con 20 reti realizzate e nessuna subita. Per il secondo anno consecutivo, quindi, la Coppa Italia resta nel nostro comitato visto che i cerretesi succedono nell’Albo d’Oro alla Ferruzza di mister Mauro Parentini, capace lo scorso anno di fare lo stesso ‘doblete’.

I festeggiamenti con la coppa appena conquistata

La cavalcata biancoceleste inizia nel pomeriggio di venerdì scorso quando “Ciccio No Look” Coppola e compagni esordiscono nel proprio girone eliminatorio, dilagando 5-0 sul centrale di Montecatini contro gli abruzzesi dell’Avezzano. Autentico mattatore della gara Alessandro “AC7” Ciambotti, che si iscrive per ben quattro volte nel tabellino dei marcatori. L’altra rete porta invece la firma di “Billy” Djite.

“Ciccio No Look” Coppola con il trofeo (Foto presa dal profilo del centrocampista partenopeo)

Nella seconda gara del girone pronto riscatto degli abruzzesi che, dopo il 2-2 dei tempi regolamentari, hanno la meglio per 14-13 ai calci di rigore sul Castiglione (formazione del Comitato Uisp di Giarre). Siciliani, che vengono poi travolti dai ragazzi di mister Alano Galligani nella terza ed ultima partita della fase eliminatoria. Alla fine il tabellone luminoso del “Frascari” di Pistoia (sintetico) recita GAVENA 11 CASTIGLIONE 0. Stavolta è “Billy” a salire decisamente alla ribalta con una strepitosa cinquina personale. Doppietta, comunque, anche per Ciambotti mentre le altre reti vengono ‘timbrate’ da “Fabione Nazionale” Bartolotti, Sani, Cellai e “Mirchino” Salvadori. Di seguito, quindi, ecco la classifica finale del raggruppamento (in MAIUSCOLO le promesse alle semifinali).

Squadra PT G V N P RF RS DR
GAVENA 6 2 2 0 0 16 0 16
AVEZZANO 2 2 0 1 1 2 7 -5
Castiglione 1 2 0 1 1 2 13 -11

Alcuni biancocelesti alzano al cielo la Coppa Italia

Derby toscano, quindi, in semifinale per Volpini e compagni che si trovano di fronte i senesi del Campiglia. I biancazzurri, vincitore sempre a Lamporecchio della Coppa Uisp Toscana, sono infatti giunti secondi nell’altro raggruppamento. La squadra del presidente Sandro Bisoli, con una partita in meno sulle gambe visto che il girone del Campiglia era composto da 4 squadre, fa valere la propria miglior condizione fisica e si aggiudica il confronto con una rete per tempo. A sbloccare il risultato ci pensa ancora una volta Djite, che trasformando un calcio di rigore mette a referto il suo settimo sigillo di questa ‘campagna tricolore’. Nella ripresa, poi, è invece bomber “Fabione Nazionale” Bartolotti a firmare il definitivo 2-0 che chiude il conto.

Francesco Coppola e Roberto Taddei posano con la coppa appena vinta a Montecatini (Foto presa dal profilo di Ciccio)

Ecco, quindi, che per il Gavena si spalcano le porte della finalissima dove Roberto “RB5” Bambini e compagni si trovano nuovamente di fronte l’Avezzano, formazione con cui avevano aperto la loro trionfale cavalcata. Così come nel primo match del girone il palcoscenico è ancora quello del centrale di Montecatini e il risultato, seppur con un passivo inferiore, non cambia. I biancocelesti, infatti, si impongono con un classico 2-0 grazie alle segnature di Cellai e del solito “AC7″ Ciambotti, che raggiunge così il compagno di squadra Djite al comando della classifica marcatori a ‘quota 7’. Punteggio che poteva essere anche più rotondo se Taddei non avesse fallito un calcio di rigore. Comunque, al triplice fischio finale, è tripudio biancoceleste con il Gavena che può alzare al cielo un’altra coppa. Non poteva esserci modo migliore per salutare, quindi, per Alano Galligani che dopo una sola stagione lascia la panchina della Provinciale Pisane per tornare ad occupare quella del Vitolini, succedendo nuovamente a quell'”Euro Paxia”, che sembra essere l’indiziato numero uno per sostituirlo anche a Gavena.