PLAY OFF FINALE 2017/2018
“STABBIA 7 Aprile 2018
ORE 15,00

0 (2)

Dopo i calci

0 (4)

di rigore

ROSSELLI (4-2-3-1)
VITOLINI (4-3-1-2)
MATTEOLI 1 1 BELLUCCI
BASSI 2 2 COLIBAZZI ⇓ 66′
CARRAI 3 13 GIOVACCHINI ⇓ 51′
VANNI ⇓ 64′ 4 4 BOSCHI T.
VANNOZZI 5 5 BORGIA
BOSCHI M. 6 6 SALVADORI ⇓ 69′
THIOUBOU 7 7 CIANTI
SHERA 8 8 LEONCINI
 MANGANI ⇓ 74′ 9 15 LENSI ⇓ 51′
CARLI 10 18 VENTURI ⇓ 48′
TRINCHETTI 11 11  SORDI ⇓ 71′
A DISPOSIZIONE
12 12
13 3 MASONI ⇑ 66′
BAICCHI 14 9 SABATINI ⇑ 48′
PERTICI 15 10  PROIETTI
MACCARI ⇑ 64′ 16 16  CAVALLINI ⇑ 51′
MAZZEO 17 17 GASPARRI ⇑ 51′
PELLEGRINO ⇑ 74′ 18 18
19 19 PARRI ⇑ 71′
20 20 BIONDI ⇑ 69′
 Alberto Banti
ALL. ALL. Alessandro Paxia

 

Un’azione del Vitolini

E’ il “Nocciolo Stadium” di Stabbia, con sullo sfondo un Appenino ancora innevato, a fare da palcoscenico per il ritorno del play-off scudetto tra Rosselli e Vitolini. Si parte dal pareggio a reti bianche dell’andata a Petroio. Giornata più che primaverile con una piacevole brezza a rinfrescare leggermente gli oltre 20 gradi che segna il termometro. Il campo, tagliato per l’occasione, è in buone condizioni e, quindi, ci sono tutti i presupposti per assistere a un bello spettacolo, nonostante il peso della posta in palio. In tribuna, gremita in ogni ordine di posto, anche l’allenatore della Ferruzza, Mauro Parentini a studiare i futuri avversari.

Veniamo alle formazioni con il Rosselli che si affida a Matteoli in porta viste le assenze dello squalificato Pinciaroli e degli infortunati Vegni e Pennella. Mister Banti, poi, presenta un 4-2-3-1 in cui rispetto all’andata escono Maccari, Pellegrino e Ricotta. I primi due si accomodano in panchina, il terzo è proprio assente. La linea difensiva è composta da Bassi a destra, Carrai a sinistra e capitan Boschi (curioso il siparietto del sorteggio iniziale con il fratello Tommaso nelle vesti dell’altro capitano) e Vannozzi coppia centrale. Davanti alla difesa giostrano Vanni e Shera mentre Trichetti, Carli e Mangani giostrano sulla trequarti alle spalle di Buba, unica punta.

Cocchini ha appena fischiato una punizione per il Vitolini

Dall’altra parte Paxia, che recupera per la panchina anche Cavallini, schiera lo stesso undici dell’andata con l’ormai collaudato 4-3-1-2. Quindi, tra i pali prende posto Bellucci con Salvadori, Colibazzi, Borgia e Giovacchini che completano il pacchetto arretrato da destra a sinistra. Lo “Statuario” Boschi è il play-maker, mentre ai suoi fianchi agiscono Cianti a destra e il “Ciolo” Leoncini a sinistra. Il ruolo di trequartista è ancora una volta ricoperto da Sordi, mentre davanti vengono confermati Lensi e Venturi.

Dopo un avvio in cui sembra più reattivo il Rosselli, soprattutto con un paio di incursioni a destra di Bassi e Trinchetti, è il Vitolini a guadagnare campo prendendo in mano le redini del gioco. La prima occasione arriva però solo al 15’ quando Boschi imbuca per Venturi centralmente, ma Matteoli è bravo a chiudere in uscita. Il primo tiro in porta del Rosselli arriva invece al 32’, ma è più che altro una sorta di alleggerimento: Bassi rientra dalla destra e prova il sinistro, ma la conclusione rasoterra risulta troppo debole per impensierire l’attento Bellucci.

Giovacchini manovra a sinistra per il Vitolini

Nel finale di primo tempo ci prova ancora il Vitolini con un bel cross dalla destra di Salvadori per Sordi, che prova la sforbiciata ma mette abbondantemente fuori, in precedenza invece Matteoli era stato bravo a neutralizzare un cross insidioso dalla sinistra di Giovacchini. Il risultato, però, fino all’intervallo non cambia con le due formazioni, quindi, che ritornano negli spogliatoi con il solito punteggio dell’andata.

La ripresa riprende con i soliti 22 protagonisti della prima frazione ed ancora una volta è il Rosselli a riproporsi più intraprendente. Poi, però, la supremazia territoriale torna nelle mani del Vitolini, che non riesce però mai a tirare in porta. Allora Paxia si gioca la carta “Il Magnifico” Sabatini, dentro al posto di Venturi. Poco dopo, poi, è la volta anche del rientrante Cavallini e di “Banano” Gasparri al posto rispettivamente di Giovacchini e Lensi.

Inizio del secondo tempo

Al 18’ ci prova proprio Cavallini dalla lunga distanza in posizione defilata a sinistra, ma il suo spiovente sorvola, non di molto, l’incrocio dei palli alla sinistra di Matteoli, il quale però pareva decisamente sulla traiettoria. Il Rosselli prova a rispondere al 20’ con una punizione battuta velocemente a sinistra per Mangani, il quale tutto solo, però, invece di provare ad entrare in area tenta il tiro con la palla che rimbalza, ma non centra lo specchio. Decisamente più clamorosa l’occasione del 23’ quando Buba sfida Colibazzi con una serie di finte a sinistra e mette al centro un pallone invitantissimo, su cui Trinchetti non arriva per un soffio e Mangani, sul secondo palo, calcia incredibilmente tutto solo sull’esterno della rete.

Nel finale Paxia passa un 4-2-3-1 con Cianti e Boschi stretti in mezzo al campo mentre il “Ciolo” si alza sulla trequarti insieme a Sordi, poi sostituito da Biondi (subentrato però per l’acciaccato Salvadori) e Gasparri, spostato a sinistra, con “Il Magnfico” Sabatini punta centrale. Cambio offensivo anche nel Rosselli, con mister Banti che inserisce Maccari per Vanni, facendo arretrare di qualche metro Trinchetti. Poi, ci sarà spazio anche per Pellegrino. Nel finale le due squadre si allungano un po’ ma le occasioni latitano: un paio potenziali per il Rosselli, in una lancio leggermente lungo di Pellegrino per Buba e due più nitide nel recupero per il Vitolini che prima impegna Matteoli con un destro incrociato del “Ciolo” Leoncini e Cianti che sul seguente angolo finisce a terra in area. Un intervento molto dubbio con l’arbitro che è però coperto e il guardalinee che non se la sente probabilmente di intervenire. Si va così ai rigori.

Azione sulla trequarti del Rosselli

La lotteria dagli undici metri inizia con una prima serie perfetta in cui Sabatini apre per il Vitolini e Pellegrino pareggia per il Rosselli (cancellato così l’errore dal dischetto nel recupero con la Scalese che poteva rischiare la qualificazione). Nella seconda tornata perfetta l’esecuzione vitolinese di Cavallini, mentre si stampa sulla traversa il tentativo di Vannozzi. Il Vitolini sfrutta l’occasione e con un altro perfetto rigore del “Glaciale” Cianti allunga. Stavolta Shera non sbaglia ed accorcia per il Rosselli. Tocca a “Banano” Gasparri, che con raffinata eleganza spiazza Matteoli per il 4-2 del Vitolini, che risulta decisivo perché Bellucci para il successivo rigore di Buba. Il portierone del Vitolini accetta la scommessa arrivata dalla tribuna, in cui un suo dirigente mette in palio una Moretti da 66, e vola alla propria sinistra a neutralizzare il penalty dell’ex attaccante della Scalese.

Vitolini, quindi, ai quarti dove troverà la Ferruzza (martedì prossimo a limite la gara di andata), mentre il Rosselli entra a far parte del girone “O” della Coppa Uisp insieme a Sovigliana ’99, Sesa, La Fortuna, Martignana e 4 Mori.