SEMIFINALI 2017/2018
“PAM ARENA” 5 Aprile 2018
ORE 21,15

7

1′, 42′ e 47′ Ciambotti, 5′ Terreni, 60′ e 63′ Turcu, 77′ Volpini

0

 

EMPOLI 
PISA
 FRANGIONI ⇓ 70′ 1 1 PERSICO ⇓ 68′
 NANNETTI ⇓ 48′ 2 2 FICINI ⇓ 64′
MACCANTI 3 3 GUIDI
CELLAI ⇓ 50′ 4 4 TACCOLA
PUCCI ⇓ 48′ 5 5 BACCI
 LASCHETTI (Cap.) 6 6 FRANCI
PAOLINI 7 7  BRESCIANI
NICCOLINI ⇓ 43′ 8 8 GIOBBI ⇓ 43′
 TURCU 9 9 BELLINI
 CIAMBOTTI ⇓ 59′ 10 10 CUMETTI ⇓ 64′
TERRENI 11 11 BRANDANI
A DISPOSIZIONE
CHIAPPARA ⇑ 70′ 12 12 FERRETTI ⇑ 68′
PEPE ⇑ 48′ 13 6  DE TROIA ⇑ 43′
BOSCHI ⇑ 43′ 14 11 DERI ⇑ 64′
 ALLEGRI ⇑ 50′ 15 15 BAZZARELLI ⇑ 64′
BARTOCCI ⇑ 59′ 16 16 COLOMBINI
17 17
VOLPINI ⇑ 48′ 18 18  
19 19
20 20 
 Alano Galligani
ALL. ALL.  Michele Barbuti

 

La formazione del Comitato di Pisa

Nella settimana di ottavi ‘scudetto’, play-off e play-out, è giunto il momento anche della semifinale del Torneo per Rappresentative con la nostra Nazionale impegnata alla “Pam Arena” di S. Miniato Basso contro la selezione di Pisa. I ragazzi di casa nostra si sono qualificati dopo aver eliminato nel doppio confronto dei quarti di finale la Garfagnana, mentre i nostri avversari hanno beneficiato del ripescaggio grazie alla miglior Coppa Disciplina rispetto proprio alla Garfagnana. Nei quarti, infatti, Pisa aveva perso 2-0 in casa con Valdera e pareggiato 3-3 in trasferta.

Per quanto riguarda le convocazioni il c.t. Galligani deve fare i conti con tante defezioni. Facciamo solo alcuni nomi: “Fabione Nazionale” Bartolotti, Guardini, Mitra, “The Mask” Fontani, Ergi, Guarino, Cavallini. Il campionato di casa nostra, però, è un bacino ampio e qualitativo e così l’undici che scende in campo è di tutto rispetto. Il “Ballerino” Frangioni (Piaggione Villanova) difende i pali con davanti una difesa a quattro composta da Maccanti (Sesa) a destra, Laschetti (Sesa) e Pucci (Castelfiorentino) centrali e Nannetti (Castelfiorentino) a sinistra. Niccolini (Ponzano Ecolstudio) agisce davanti alla difesa con Cellai (Gavena) e Terreni (Lazzeretto) ai suoi fianchi. Il tridente offensivo vede Turcu (Sesa) punto di riferimento centrale con Paolini (Martignana) a destra e “AC7” Ciambotti (Gavena) a sinistra.

Pisa risponde con lo stesso modulo, un 4-3-3 che vede però capitan Bacci decisamente staccato dietro con Guidi davanti alla difesa nel ruolo di play-maker mentre davanti sono Bellini, Cumetti e Brandani ad avere il compito di spaventare la nostra retroguardia. L’approccio alla partita dei ragazzi empolesi, però, è fenomenale. Appena 60 secondi sul cronometro e il tabellone luminoso della Pam Arena prende vita: Cellai sfonda sulla destra e mette al centro rasoterra per Turcu, Bacci chiude in scivolata ma sulla palla il primo ad arrivare è Alessandro “AC7” Ciambotti, che di destro scarica alle spalle del portiere pisano.

Le due squadre schierate per il fischio d’inizio alla “Pam Arena” di S. Miniato Basso

Altri quattro giri di lancette ed arriva il raddoppio: stavolta il capitano del Gavena calcia perfettamente un corner tagliato sul primo palo, dove è puntuale l’inserimento di Terreni che di testa tocca quel tanto che basta per girare in rete. Al 16’ la partita poteva dirsi virtualmente chiusa. Su un clamoroso errore di Bacci, infatti, il portiere pisano Persico è costretto ad atterrare in area Turcu, che gli aveva preso bene il tempo. Dal dischetto, però, Ciambotti è fin troppo preciso: il suo destro rasoterra incoccia il palo interno alla destra di Persico ed esce dalla parte opposta.

Dopo una prima fase di stordimento, con il passare dei minuti anche Pisa prova a riorganizzarsi, ma senza mai riuscire ad impensierire seriamente Frangioni. In contropiede, invece, la velocità di Turcu è una costante spina nel fianco della difesa pisana: in una occasione Ficini deve stendere il bomber della Sesa lanciato a rete, prendendosi anche il giallo. Ottima la prova anche di Paolini sulla destra e di Niccolini in mezzo al campo, oltre a Cellai mezzala e a tutto il pacchetto arretrato.

La ripresa inizia come il primo tempo, ossia con due reti dei nostri. Dopo appena un minuto bella azione sviluppata a centrocampo con Niccolini che appoggia per Cellai, il quale allarga per l’inserimento a destra di Macanti che affonda e crossa per Turcu, il quale riesce solo a sfiorare di testa, ma alle sue spalle è pronto Ciambotti a firmare la personale doppietta. Passano pochi minuti e lo stesso attaccante del Gavena cala anche la tripletta con un secco sinistro appena dentro l’area.

Semmai l’avesse avuta, sul 4-0 ora la partita non ha più storia e la Nazionale di Galligani si diverte. Nel frattempo il tecnico di Botteghe da spazio a tutti i suoi effettivi ridisegnando un po’ la squadra con Pepe (Piaggione Villanova), per esempio, al fianco di Laschetti in difesa, Terreni viene abbassato a sinistra al posto di Nannetti, mentre in mezzo al campo Allegri, Boschi e Volpini cambiano interamente la cerniera nevralgica. Così come davanti, dove insieme a Turcu e Paolini entra anche l’altro Martignananese, Bartocci.

Tutto pronto per l’inizio del secondo tempo

Il risultato assume poi i contorni della goleada con la doppietta di Turcu e il 7-0 di Volpini. L’attaccante della Sesa con un piatto destro dall’altezza del dischetto dopo un bello scambio con Allegri e con una bordata di destro da fermo, da circa 23,471 metri, che termina sotto la traversa su assistenza di Paolini. Lo stesso Turcu imita poi Ciambotti fallendo un calcio di rigore, parato da Persico sulla cui ribattuta lo stesso Allegri calcia a lato in diagonale. Il centrocampista del Gavena, invece, avanza qualche metro e quando arriva sulla trequarti lascia partire un destro che si insacca sotto la traversa a tre minuti dalla fine.

Nel finale Pisa crea un paio di potenziali occasioni, ma il risultato non cambia più fino al triplice fischio finale della terna pratese formata dall’arbitro Taruffi e dai collaboratori Bonvissuto e Dogliotti. Adesso la nostra Nazionale, alla terza finale regionale consecutiva attende di conoscere la propria avversaria che uscirà dalla semifinale in programma martedì prossimo al “Chiavacci” di Prato tra Valdera e Arezzo.