NEWS

PIRRO SI CONFERMA “PALLONE D’ORO” UI

“Foffo” Polimeni e il “Generale” Martini si salvano tra gli allenatori

CALCIO UI – LE PAGELLE DELL’AMICHEVOLE CALCIO UI-SELEZIONE ALLENATORI MAGGIORI

Al di là del risultato finale, anche se la supremazia del team Calcio Ui è stata schiacciante, il successo più bello di questa amichevole è stato lo spirito di amicizia che ha contraddistinto tutti i protagonisti in campo e fuori. Detto ciò, però, come ogni incontro di calcio che si rispetti le pagelle sono d’obbligo. Ecco, quindi, tutti i voti delle due squadre.

CALCIO UI (voto squadra 8.5)

Calcio UiPISIU 9 – Scattante e reattivo con macchina fotografica e smartphone, dimostra di esserlo altrettanto anche con i guanti. Castigato solo da un siluro di Polimeni all’incrocio.

SENESI N.G. – La partita del top-player con il dieci dura una manciata di minuti, il tutto per far fare pratica a mister Pep, fresco di diploma di massaggiatore sportivo.

“PIRRO” SANTINI 9.5 – Sembra stano a dirsi, vista la stazza, ma si nota molto di più quando non c’è: i tre gol avversari arrivano con lui in panchina. Sempre più “Pallone d’Oro” Ui.

CIONI 8 – “Pippo” Martini a fine serata lo corteggia per il suo Real Isola e già questo potrebbe bastare per capirne la prestazione. Presente in tutte le fasi di gioco.

CARRIERO 9 – Si conferma goleador implacabile punendo l’irriverente Bacciottini con una perla di tacco che fa applaudire anche Pastina dall’altra parte dell’Arno.

FANFANI 8.5 – Sostituisce tra i pali Pisiu e da sicurezza a tutto il reparto come aveva già fatto nella prima uscita stagionale. Incolpevole sulle due reti degli allenatori.

SANTINI CH. 8.5 – Entra e nel giro di pochi minuti mette in cassaforte il risultato con una doppietta fotocopia. Il destro al fulmicotone che ne sancisce la tripletta in avvio di ripresa è la ciliegina sulla torta.

FERRARO 9 – Vince nettamente la sfida a distanza col proprio tecnico Barnini e limita al massimo l’azione di Pippo Martini, condendo il tutto con un gol di pregevole fattura.

MISTER PEP 7.5 – Salva la panchina con una buona gestione delle risorse a sua disposizione, anche se in avvio di ripresa tarda l’inserimento del “Condor” Carriero.

SELEZIONE ALLENATORI (voto squadra 5)

MisterGALGANI 5.5 – Meglio da portiere che da giocatore di movimento, ma non ha mai dato l’impressione di metterci la giusta determinazione.

SIMONCINI 4.5 – “Zeta” cerca più volte l’anticipo su Cioni, ma con scarso successo e finisce per vedersi solo in un paio di circostanze per altrettanti interventi fallosi. A Certaldo Fabione Bartolotti sghignazza.

POLIMENI 7.5 – Di gran lungo il migliore della sua squadra, sotto gli occhi attenti del proprio Ds, imposta con personalità e qualità; contrasta con altrettanta efficacia e timbra il primo gol con un bel destro al ‘sette’.

BACCIOTTINI 5 – L’ordine fatto in diretta radio in riferimento alla pizza dopo cena gli si ritorce contro: impalpabile in campo, “sbucherellato” tra i pali nella ripresa.

MARTINI 7 – Prima frazione sotto tono, il “Generale” cresce alla distanza mettendo in mostra delle movenze da navigato pivot. Freddo e precisissimo dal dischetto, si supera quando firma la doppietta personale in caduta dopo essersi girato in un fazzoletto. Gesto che gli costa però un fastidioso colpo della strega.

BUTI 6 – Prima frazione anonima, ripresa in crescendo soprattutto per la capacità di farsi trovare spesso nella posizione migliore per far male. Insidioso sui calci da fermo.

BARNINI 5.5 – Lo “Special One” della Valdelsa giostra sugli esterni, ma senza mai rendersi pericoloso. Per una sera, più “Anonimus One”.

L’ARBITRO

Jose.jpgJOSE’ 6 – Si presenta con casacca ufficiale da direttore di gara e jeans, ma munito di regolare fischietto e cartellini. Prima parte liscia senza problemi, poi, aziona un eccesso di fiscalismo nell’ammonire “Pirro” Santini che però grazia nella ripresa per gesti osceni. Vede bene in quasi tutte le situazioni più ingarbugliate, ma regala il penalty agli allenatori per un fallo su Pippo Martini avvenuto palesemente fuori area. La perla, però, arriva agli ultimi due minuti di gioco quando in pieno stile oratoriale si inventa la regola del gol che vale “8”. Buon per lui che nessuno segna.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: