NEWS

CALCIO UI, STRAPAZZATI GLI ALLENATORI

Poker carrieriano e tripletta per Ch Santini. “Molto bene” Jose.

CALCIO UI – SELEZIONE ALLENATORI MAGGIORI 10-3 (Carriero 4, Ch Santini 3, Pirro, Ferraro, Cioni/Polimeni, Martini 2)

Il pallone fa i miracoli? Non lo sappiamo e forse non ci interessa neanche saperlo. Sicuramente UNISCE, aggrega, coinvolge e crea. Martedì 14 giugno 2016, serata storica, una di quelle serata che vorresti non terminassero mai ma che nel momento in cui incontrano il loro tramonto ti fanno riflettere e soprattutto ti fanno stare bene. A Empoli sul sintetico del Palaramini, posto all’esterno del palazzetto, si incontrano una ventina di amici. Da una parte una selezione di collaboratori di CALCIO UI, dall’altra una selezione di allenatori del calcio che conta, di quello Maggiore. Il pretesto è affidato a una gara di calcio a 5. Una gara organizzata e messa in piedi in un sabato pomeriggio durante le finali di Coppa al Carlo Castellani. Una settimana di telefonate, di adesioni e di grande entusiasmo. Una gara vinta da tutti ancor prima di essere disputata.

E’ stato bellissimo per noi di CALCIO UI sentire e toccare con mano la felicità con la quale tutti gli invitati si sono resi disponibili. Sono stati per noi momenti indelebili che ci porteremo sempre dietro. Tutti coloro che sono stati interpellati per disputare 50 minuti di sport si sono mostrati entusiasti di condividere con noi questi magici momenti e soprattutto ci ha colpito favorevolmente il dispiacere di coloro che alla vigilia hanno dovuto dare forfait per motivi di forza maggiore.

JOSEUn successo che modestamente pensiamo di aver costruito negli anni, con tutti voi. CALCIO UI ha ricevuto una risposta chiara e forte, la partecipazione, la voglia e la gioia di vivere una semplice serata in compagnia ha rappresentato, per chi da ormai 8 anni crede e racconta questo progetto, qualcosa dal valore inestimabile. L’emozione più forte l’abbiamo vissuta nel veder arrivare al campo tanti amici, Rodolfo Polimeni, Giacomo Galgani, Paolo Barnini, Pippo Martini, Paolo Bacciottini, Roberto Simoncini e Maurizio Buti. La ciliegina sulla torta l’ha messa Jose, arrivato in campo con la divisa da referee e pronto a dirigere in maniera impeccabile l’incontro.

Mister Pep in odore di esonero, chiede ai suoi la prova delle prove. C’è da salvare la sua panchina. Un risultato di parità potrebbe non bastare all’ex tecnico di NDB, Bar Ariston e Valdorme per assicurarsi la permanenza su questa prestigiosa panchina. La selezione di CALCIO UI vuole assolutamente continuare la striscia positiva cominciata il 17 marzo scorso quando sullo stesso campo si impose sulla rappresentativa di calcio a 5 femminile allenata da Francesco Semeraro. Il tecnico limitese schiera subito il quintetto di base, quello composto da Pisiu, Pirro, Cioni, Sascia e Carriero. Insomma il battito cardiaco della redazione. A sedere, inizialmente, Daniele Bubble Gum Ferraro e Ch Santini.

inizio garaGli allenatori, orfani all’ultimo minuto di mister Parentini, si affidano ad una sorta di autogestione, Giacomo Galgani difende i pali della porta e il resto del team si alterna nei ruoli d’attacco. La gara pende subito dalla parte della redazione di CALIO UI, la supremazia territoriale è evidente anche se i neri avversari non disdegnano pericolose ripartenze. Dopo un periodo di equilibrio la gara si sblocca, Ch Santini dalla destra appoggia all’interno dell’area dove il solissimo Carriero appoggia in fondo al sacco. La reazione degli allenatori non si materializza, mentre gli azzurri di mister Pep con intelligenza attaccano gli spazi e si rendono mine vaganti alla ricerca di esplodere quanto prima. Sascia è costretto a lasciare il campo dopo pochissimi minuti per uno stiramento alla coscia sinistra. La sua gara dura davvero poco e la fascia di capitano viene consegnata a Pirro. Pirro che nell’arco di  4 minuti assume la regia avanzata del gioco azzurro e mette Ch Santini nelle condizioni di realizzare una doppietta che sembra non concedere alcuna minima speranza ai dirimpettai in casacca nera. La risposta è affidata a Rodolfo Polimeni, il tecnico del Ponzano accorcia le distanze dopo una caparbia azione centrale con conclusione potente che inganna il bravissimo Pisiu. Un tre a uno secco che porta le squadre al ristoro e i bookmakers a rivedere le proprie quote. La ripresa non fa in tempo ad incominciare che uno scatenato Ch Santini mette un altro sigillo sullo score, per lui è tripletta e per i neri è disfatta. Pippo Martini ridà il via all’azione per i suoi ma l’ennesima incursione di Simone Cioni porta Carriero ad arrotondare il risultato, Bacciottini, che nel frattempo ha sostituito Galgani tra i pali, è battuto. Jose sventola qualche cartellino giallo, Pirro viene redarguito per utilizzo di vocaboli anti oratoriali, Rodolfo si becca il giallo per un fallo di mani mentre fa notizia l’esemplare comportamento di Pippo Martini nei confronti del direttore di gara che si presenta al campo con un paio di jeans e una muta anni 70. A metà tempo mentre il risultato assume sempre più rotondità gli spettatori presenti (c’era solo il Bargellini) capiscono il valore del biglietto pagato al botteghino. Bubble Gum, Daniele Ferraro verticalizza per Carriero, il centravanti azzurro, spalle alla porta, e da una distanza di circa 8 yards accarezza con il tacco destro la sfera che gli giunge rasoterra e la indirizza verso la porta. Bacciottini che si stava proiettando alle sue spalle non si accorge di nulla. La palla toccata dal numero 9 scivola leggiadra in fondo al sacco dopo aver sfiorato il montante della porta.  Un no look felpato che costringe mister Pep a richiamare immediatamente il suo attaccante in panchina prima che combini ulteriori “danni”. Pippo Martini è l’uomo più pericoloso della selezione degli allenatori e nell’arco di 5 minuti mette a segno una bella doppietta. Apprezzabile il suo scondo sigillo quando quasi da tergo in semi girata al volo trova il palo alla destra di Ilarione Fanfani (subentrato nella ripresa a Pisiu). Il gol del tecnico dell’isola ha fatto ritornare alla mente il capolavoro di Tardelli in Spagna 82, applausi per lui. La partita finisce sul 10 a 3 per la selezione azzurra e al bersaglio alla fine ci arrivano anche Pirro, nella circostanza privo di pantaloncini, Daniele Ferraro e Simone Cioni. La direzione di gara tutto sommato è stata sufficiente anche se non tutti hanno gradito alcune decisioni arbitrali joselite e in particolare la regola inventata a 60 secondi dal termine con la quale avrebbe voluto assegnare la vittoria alla squadra che avrebbe realizzato l’ultima segnatura.

TERZO TEMPODecisamente interessante è stato il terzo tempo, quello disputato a Ponte a Elsa alla pizzeria Trendy dall’amica Resi. Qui anche chi non aveva espresso le proprie potenzialità in campo, ha dato tutto. E’ stato un gran divertimento. Una serata bellissima. Sicuramente da ripetere.

È già in programma la prossima uscita per CALCIO UI, sarà una selezione di arbitri ad affrontare gli azzurri che potranno contare ancora su mister Pep fra un paio di settimane.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: